Spazio Liga

#SpazioLiga: Giornata 2

Seconda giornata di campionato, pur sempre in formato mini per i rinvii dettati dalla sosta estiva giocoforza limitata.

Villareal – Eibar 2-1 (G. Moreno 63, P. Alcacer 71 – Kike 50)

Eibar che si conferma squadra solida, che sa dar filo da torcere a qualsiasi compagine, compresi i gialli di Unai Emery che si trovano a sudare le proverbiali sette camicie per aver la meglio sui baschi.

Mendilibar ha dalla sua un gruppo esperto, funzionale e con grande umiltà che fa della applicazione e della forza di volontà i cardini de gioco degli Armeros.

Il primo tempo è equilibrato con diverse occasioni, equamente distribuite. Inui ed Exposito per gli ospiti e Alcacer dall’altra parte danno vita ad un bel duello.

L’equilibrio lo rompe Kike Garcia, pronto a scattare sulla linea del fuorigioco e saltare Asenjo prima di depositare in rete lo 0-1, grazie all’assist eccellente di Edu Exposito.

Il Villareal però ha tanta qualità e la rete del pareggio di Gerard Moreno dimostra il gap tecnico esistente fra le due squadre.

Il centravanti amarillo riceve in area da Chukwueze, si gira di 180 gradi sulla punta di uno spillo con un cambio di direzione alla Crujff e fulmina Dimitrovic sul palo lungo. Grande gesto tecnico.

Moreno passa da goleador a uomo assist con estrema facilità e qualche minuto più tardi manda in porta Paco Alcacer, che pur con qualche difficoltà riesce ad avere la meglio sul portiere dell’Eibar, fissando il 2-1 definitivo, fra le polemiche sulla posizione di partenza del centravanti ed Borussia Dortmund.

Getafe – Osasuna 1-0 (J. Mata 54)

La banda Bordalas si porta a casa il bottino pieno su una squadra sempre impegnativa come l’Osasuna di Arrásate.

Partita non particolarmente spettacolare la decide la zampata di Jaime Mata. Percussione di Cuccurella sulla sinistra appoggio a Maksimovic, la cui conclusione deviata capita dalle parti di Mata che freddamente ribadisce in rete.

La rete del vantaggio da maggior convinzione al Getafe che cerca il raddoppio, che diventa quasi reale con la botta da fuori dell’ex Timor.

Nel finale di gara Cardona va vicino ad un clamoroso pareggio, ma un Getafe non particolarmente brillante alla fine porta a casa i tre punti.

Celta Vigo – Valencia 2-1 ( I. Aspas 13, 57 – M. Gómez 46)

Iago Aspas assume sempre più Toni messianici per i tifosi galiziani. Il veterano infatti è ancora la pietra angolare delle ambizioni dei celesti che riescono a strappare una meritata vittoria contro il Valencia.

La gara inizia bene per i padroni di casa che prima spaventano Domenech con Nolito da fuori e poi passano grazie ad Aspas, bravo a scattare sul filo del fuorigioco e ad insaccare una volta dribblato il portiere.

Il Valencia però prende coraggio col passare dei minuti. Il primo squillo è di Kondogbia, ma l’ex Inter calcia largo da fuori.

Al primo minuto della seconda frazione per gli uomini di Javi Garcia impattano la gara grazie a Maxi Gómez che, servito da Wass, firma il più classico dei gol dell’ex con una pregevole conclusione di prima.

Il pareggio non resiste nemmeno dieci minuti, infatti ancora Iago Aspas trasforma in maniera magistrale una punizione dal limite. Conclusione imparabile e Celta avanti.

A questo punto si aprono spazi per i padroni di casa che per due volte vengono respinti dai legni, prima con Brais Méndez e poi con Miguel Baeza.

Maxi Gómez arriva a qualche centimetro da pareggiare i conti con Aspas e il Celta, ma i guantoni di Villar fermano la sua punizione insidiosa dando il definitivo 2-1 per i galiziani.

Huesca – Cádiz 0-2 (A. Negredo 10, J. Pombo 83)

La sfida fra le due neopromosse si risolve con una netta affermazione dei gialli di Núñez che iniziano a mettere fieno in cascina in ottica salvezza.

La partita si mette subito bene per gli ospiti. Cross di facile lettura dalla destra di Salvi, ma il portiere di casa si lascia sfuggire il pallone proprio sui piedi di Alvaro Negredo che non può esimersi dal mettere la sfera in rete.

La gara scorre senza grosse emozioni, con il Cadiz che gestisce e cerca la seconda rete che arriva a pochi minuti dal termine grazie a una bella azione personale di Malbasic in area che dopo aver saltato un paio di avversari penala in mezzo per Jorge Pombo che insacca a porta sguarnita.

Ancora una volta decisamente insufficiente Andres Fernandez, portiere dell’Huesca, che condanna i suoi alla sconfitta.

Granada – Alaves 2-1 (R. Soldado 7, D. Machis 79 – Joselu 22)

Granada che continúa a macinare vittorie sulla falsa riga dell’anno precedente a differenza dell’Alaves di Machin alla seconda sconfitta stagionale.

Gli andalusi vanno subito avanti con Roberto Soldado che sfrutta un lancio lunghissimo di Machis, fulmina in velocità Rodrigo Ely e piazza la palla in buca d’angolo.

Alaves che ha la sua forza nel duo offensivo Lucas Perez-Joselu ed è proprio quest’ultimo a segnare il punto del pari con una potente punizione dai venti metri.

La gara è aperta e piacevole. Machis si conferma in ottima giornata e serve un cioccolatino che Puertas spreca malamente calciando a lato da pochi passi.

Il Deportivo Alaves però non è venuto a Granada per l’alhambra, ma vuole tutta la posta in palio, solo i legni fermano prima Rioja e poi Méndez, con l’esterno destro clamorosamente vicino alla rete.

Purtroppo per gli ospiti il Granada sa essere molto cinico e nel momento migliore degli avversari Machis trova la rete. Cross pigro dalla trequarti, la bucano tutti e la sfera arriva al venezuelano ed Genoa che si fa parare il colpo di testa solitario da Pacheco, ma che poi realizza il tap in da pochi passi.

Nel finale di gara occasioni da ambe le parti coi tiri da fuori di Kenedy e Navarro, ma il punteggio resta 2-1 per i biancorossi, che prendono fiducia in vista della lunga stagione che li attende. Alaves che se ne va a mani vuote, ma con sensazioni migliori rispetto alla scorsa stagione, peccato che la casella punti dica ancora 0.

Betis – Valladolid 2-0 (N. Fekir (R) 10, W. Carvalho 18)

La cura Pellegrini sembra dare i suoi effetti a Siviglia. I biancoverdi si impongono in modo perentorio e deciso su una squadra scorbutica come il Valladolid e registrano la seconda vittoria consecutiva.

Al decimo il primo centro, rigore concesso per un ingenuo tocco di mano in area, Fekir fulmina il portiere con un tiro potente e preciso. Calcio di rigore imparabile.

Gli andalusi insistono e trovano anche la seconda marcatura: percussione di Canales fermata dalla difesa, palla vagante che William Carvalho trasforma in un golazo al volo che non lascia scampo a Roberto Jimenez.

La squadra di Pellegrini addormenta la gara, concedendo solo un paio di conclusioni da fuori ai pur volitivi ospiti, con Orellana maggiormente pericoloso.

Vittoria mai in discussione per Joaquín e compagni che sembrano avere tutt’altra solidità rispetto alla scorsa stagione, sebbene sia ancora presto per pronunciarsi.

Real Sociedad – Real Madrid 0-0

Esordio stagionale per i campioni di Spagna sul campo della Real Sociedad che si conclude con un pareggio a reti inviolate.

Ramos è una minaccia sui piazzati e per due volte la difesa vasca si salva con gran difficoltà sul capitano madrileno.

Grossa occasione anche per Benzema che nonostante riesca a superare anche l’estremo difensore avversario chiude troppo il sinistro mandando la palla a lato.

La Real Sociedad riesce a superare la bambola iniziale ed comincia a macinare gioco con il solito Oyarzabal ad ispirare. Il numero dieci riesce infatti a servire Isak solo davanti a Courtois, ma il portiere belga è strepitoso nel chiudere lo specchio al puntero svedese.

Oyarzabal si ripete come suggeritore nella ripresa trovando un corridoio incredibile per Barrenetxea le cui conclusione però termina poco al lato del legno.

Dopo qualche incertezza il Real Madrid riprende il controllo della gara, ma non da mai la sensazione di potersi imporre.

Da segnalare il ritorno in Liga di David Silva, dopo un decennio speso in Premier League.

Pareggio giusto fra due squadre forti, con idee di gioco interessanti e giocatori estremamente validi. Fra qualche settimana con le gambe più rodate nel vedremo delle belle.

Stefano Follador

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...