#RawDiamonds

#RawDiamonds: Evanilson

Il Brasile è sempre stata una terra generosa, nel fútbol come nel resto.

Spesso però negli ultimi anni si è assistito ad un super esposizione dei talenti nati in terra verde oro, con conseguenze a volte negative per la loro carriera, basti pensare a Gabigol schiacciato dalle aspettative o Pato limitato da infortuni e da un carattere molle.

Chi non ha vissuto una tarda adolescenza da super star è sicuramente Evanilson, centravanti della Fluminense esploso negli ultimi mesi, in una escalation di prestazioni importanti e di reti che lo ha messo all’improvviso sotto i riflettori, dopo un percorso giovanile si limiti dell’anonimato.

Biografia

Francisco Evanilson de Lima Barbosa nasce il 6 ottobre 1999 a Fortaleza.

Come tutti, o quasi, i ragazzini del paese ha una grande passione per il calcio e viene notato dagli osservatori del Fluminense.

Entra nel settore giovanile della Flu nel 2013, iniziando quella che sarà una relazione piuttosto travagliata con il club tricolore.

Evanilson non rientra certamente fra i talenti più considerati del Fluzão, anzi il corpo tecnico dimostra di non aver granché fiducia nel ragazzo seguendolo poco e non riuscendo ad interpretare in modo corretto la maniera di stare in campo del numero 99.

Infatti per buona parte della carriera nelle giovanili viene impiegato come ala e la società non lo vede come un potenziale asset principale per il club, ritenendolo un profilo secondario su cui puntare.

In effetti nel contesto di un’accordo fra la Seconda Divisione slovacca e la Fluminense, Evanilson viene mandato in prestito all’FC Samorin, una discreta realtà, ma sicuramente non il Real Madrid.

Eppure i sei mesi in prestito nella seconda metà della stagione 17/18 restituiscono al club brasiliano un giocatore diverso.

Evanilson a differenza di molti compatrioti non si intristisce lontano da Rio de Janeiro, ma anzi lavora con più concentrazione e abnegazione di quanto avesse mai fatto, anche grazie ad uno staff competente che vede in lui le caratteristiche di un potenziale ottimo attaccante.

In Slovacchia disputa 6 gare, condite da 3 reti, ma soprattutto cresce in maniera esponenziale sotto il punto di vista della personalità e della professionalità.

Finalmente la casa madre si decide a fare di Evanilson un elemento importante del progetto sportivo tricolore e il ragazzo ripaga la fiducia con il titolo di capocannoniere del Brasilerao Under 20 e del campionato carioca.

Tuttavia a livello contrattuale sorgono dei problemi fra il club e il rappresentante del calciatore che decide quindi di farlo firmare per il Tombense, squadra di seconda divisione legata al procuratore per poi mandarlo in prestito di nuovo alla Fluminense. Questa situazione contrattuale particolare rappresenta la confusione che regna nel calcio brasiliano e spiega perché i giovani talenti cercano di emigrare in maniera sempre più precoce, ostaggi di società squattrinare e procuratori affaristi.

Nonostante tutto ciò Evanilson si dimostra elemento importante del club di Laranjeiras iniziando a giocare con continuità e confermando la crescita esponenziale iniziata in Slovacchia.

Ad oggi lo score del classe 99 di Fortaleza recita 14 presenze con 6 reti ed un assist in stagione, non male per un’esiliato in Slovacchia.

Caratteristiche tecniche

Evanilson non è certo un talento che è stato pubblicizzato dai media, anzi per certi versi se non lo si è visto giocare risulta un profilo misterioso, basti pensare che nei vari siti viene dato con altezza variabili dal 1.70 al 1.93.

Ovviamente basta osservarlo per rendersi conto che ci troviamo di fronte ad un centravanti di buona stazza, anche se non un colosso, sul 1.83 di altezza, ma di costituzione mesomorfa, insomma un discreto torello.

Rapido ed in possesso di un buon allungo, Evanilson è un profilo valido atleticamente, anche se tende a disperdere molte energie in movimenti senza palla, utili, ma che ne causano spesso la fuoriuscita dal campo per evidente stanchezza, per competere a livello più alti dovrà certamente migliorare la resistenza e scegliere con maggiore saggezza quando è quanto muoversi, senza giocare alla trottola impazzita.

Discreto colpitore di testa, non è però uno specialista del gioco aereo, anche se ama tentare la conclusione in acrobazia, basti guardare l’ultima rete messa a segno in campionato contro l’Atletico Goianense.

Da migliorare la protezione della palla spalle alla porta, sebbene non sia pessima, che risulta ancora deficitaria. Tuttavia lo stile di gioco del Fluminense prevede poche situazioni statiche di possesso, per cui non ci sono state tante occasioni di valutare questo fondamentale.

Il passato da ala si evidenzia nel momento in cui si trova il pallone fra i piedi, tentando spesso il dribbling con discreta fortuna, anche se il tratto caratteristico del gioco di Evanilson è la costante ricerca della profondità dettando frequentemente il passaggio ai compagni di squadra.

Il movimento senza palla e la pro attività rispetto al gioco è probabilmente il pezzo forte del gioco del 99 di Fortaleza, intelligente nel cercare la posizione più adatta a creare supporto per i compagni in fase di possesso, arrivando a spingersi ben oltre la metà campo difensiva per agire da facilitatore di gioco per tutta la squadra.

Ha dimostrato dei buoni fondamentali anche nell’arte dello smarcamento. Il movimento continuo, unito a velocità, senso dello spazio ed istinto sono un mix di difficile comprensione per le difese carioca.

Evanilson si è dimostrato un fattore anche nell’organizzazione difensiva. Non è ancora un fattore sotto il punto di vista del mero recupero palla, anche se risulta evidente la volontà del giocatore di contribuire anche in questo aspetto del gioco, ma piuttosto è estremamente interessante come sia in grado di trovarsi con una certa costanza nella posizione migliore per dare il via ad una transizione offensiva, sia con strappi per vie centrali, che con fughe in dribbling sull’esterno, entrambe condotte con buona proprietà di conduzione, senza perdere il pallone e riuscendo spesso a costruire azioni degne di nota.

Evoluzione

L’esplosione di Evanilson è stata così repentina e veloce, in un contesto così particolare come quello del calcio post COVID-19, che diventa difficile andare a pensare ad una successiva evoluzione.

Il ragazzo è già una realtà, sebbene la rapida ascesa nelle cronache comporti un certo scetticismo nella sua tenuta nel tempo.

L’impressione è che l’ex ala del Fluminense sia stata estremamente intelligente nel comprendere e interiorizzare la direzione del football contemporaneo, massimizzando i propri punti di forza, in ottica di ottenere la miglior carriera possibile.

Oggi Evanilson ha tutte le carte in regola per alimentare la colonia di centravanti atipici brasiliani, giocatori importanti sia per le reti, ma sopratutto per la loro funzionalità in un progetto di squadra.

I migliori esempi di questa categoria sono senza dubbio Roberto Firminio, Joelinton e il sottovalutato ex Borussia Moenchengladbach Raffael. Senza parlare di Gabriel Jesus, archetipo della nouvelle vague verdeoro al centro dell’attacco.

Evanilson può dimostrarsi un numero 9 valido per quasi ogni campionato europeo, sia in veste di falso nueve che di centravanti esterno, in grado di aprire gli spazi per i compagni di squadra, risultando estremamente funzionale ad un gioco corale ed organizzato.

Restano i dubbi sulla capacità di elevare il livello di gioco a seconda della competizione e di muoversi all’interno di contesti tattici più impegnativi e difficili da leggere che il Brasilerao, tuttavia per comprensione del gioco, tecnica e senso tattico il ragazzo della Flu può diventare un giocatore importante anche in contesto europeo.

Vestito in bianconero

Pur essendo soprannominato “Lewanilson” il numero 99 di Fortaleza non è, oggi, un puntero su cui riversare tutto il peso del lavoro offensivo senza avere indicazioni e direzioni precise.

Evanilson, aldilà dello status di extracomunitario che ne renderebbe impossibile l’eventuale acquisto, è un profilo estremamente interessante, per il costo accessibile, si parla infatti di un cartellino di valore pari a 4 milioni di euro, ma sopratutto per la modernità e la versatilità delle caratteristiche del centravanti verdeoro.

Nessuno nega le evidenti capacità tecniche del ragazzo, che giustificano gli interessamenti di Liverpool, Manchester City, Crystal Palace e Aston Villa, ma bisogna anche capire che in questo momento di grande rinnovamento Evanilson potrebbe essere una scommessa troppo difficile da vincere.

La storia del giocatore ci dice che ha saputo dare il meglio di se e crescere quando ha avuto spazio, minuti e fiducia, cosa che difficilmente troverebbe sotto la Mole in questa stagione e probabilmente pure nella prossima.

Oltretutto lo stile di gioco, moderno, ma piuttosto peculiare lo rende perfetto per un calcio molto cinetico, elettrico e corale, non a caso le voci sull’interesse di Klopp risultano quelle più insistenti, che ad oggi non sappiamo se potremo ammirare in qualche momento all’Allianz Stadium.

Sarebbe stato ideale aver approfittato della situazione contrattuale controversa durante la scorsa stagione, anticipando l’exploit odierno di Evanilson.

In definitiva sono sicuro che Evanilson avrà una grande carriera, ha talento, tecnica, intelligenza e capisce il gioco e la sua evoluzione in maniera già molto avanzata. Non vedo perché, al netto di infortuni o problem particolari, dovrebbe fallire il suo, secondo, sbarco in Europa specialmente se riuscisse a trovare un ambiente con piena fiducia nelle sue capacità, magari mettendo uno step intermedio fra la Fluminense e un top club del vecchio continente.

Non credo che ne oggi ne nell’immediato futuro potremo vedere Evanilson con la J sul petto, ma sarei estremamente curioso di vedere un centravanti con queste caratteristiche disimpegnarsi con la nostra divisa, soprattutto in un contesto di gioco dinamico e vicino ai principi di molti laptop trainer che lo seguono da vicino.

Stefano Follador

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...