#PremierLegends

RYAN GIGGS, “THE WELSH WIZARD”

La storia del “football” é stata spesso caratterizzata da talenti persi per strada o campioni mai nati, da scelte incomprensibili da parte di osservatori o di illuminanti visioni di allenatori su un campo di allenamento.

Ryan Giggs é una di queste storie.

Nasce nel 1973 a Cardiff, nel Galles.

Alla giovane età di 16 anni, a causa del suo cattivo rapporto con il padre, decide di cambiare il suo cognome ed anche la sua nazionalità: l’inglese Ryan Joseph Wilson diventerà il gallese Ryan Giggs.

Ad accorgersi dello strepitoso talento del gallese, inizialmente, non fu lo United bensí la parte azzurra di Manchester, i “Citizens”.

Ryan ha talento, forse anche troppo per una squadra, all’epoca, molto più sfortunata dei “Red Devils”.

La leggenda narra che ogni giorno Alex Ferguson, non ancora Sir, passava al campo di allenamento del City per scambiare due chiacchiere con il suo amico edicolante il quale, senza fronzoli, gli ripeteva continuamente: “Alex, dai retta a me, quel mingherlino é un fuoriclasse.”

Snello, agile, veloce e tecnicamente troppo superiore a tutti ragazzi delle varie Academy d’Inghilterra.

Ferguson non ci pensa due volte e nel giorno del suo diciassettesimo compleanno, nel 1990, gli offre il suo primo contratto come giocatore dello United.

Da qui, LA LEGGENDA.

Nel 1991 Ryan Giggs debutta contro l’Everton, vestendo così per la prima volta la maglia che, per 24 anni, lo accompagnerà nei migliori traguardi possibili per un calciatore professionista.

963 presenze con lo United, 159 nelle competizioni UEFA per club, secondo giocatore con più apparizioni in Champions League ed uno dei pochissimi giocatori ad aver disputato almeno 1000 partite in carriera da professionista.

Ryan Giggs ha meritato tutto questo dichiarando costantemente amore eterno ad una città come Manchester ed ai suoi tifosi, nonostante i mille scandali.

Si perchè la vita di Ryan, fuori dal campo, non é stata molto tranquilla. 

Nel 2011 infatti venne a galla la relazione avuta dal calciatore (giá sposato)con la modella, ex Miss Galles, Imogen Thomas.

Immediatamente dopo, anche il fatto che, per ben 8 anni, Giggs si é confidato in maniera molto più che amichevole con la moglie del fratello Rhodri, Natasha. Senza contare poi che la madre di questa, tale Lorraine Lever, 49 anni, ha dichiarato di aver subito delle avances da parte dello stesso Ryan.

Nonostante gli scandali riportati sui tabloid però, per i tifosi dei Red Devils non ci sono dubbi: per loro Giggs é il miglior giocatore della storia dello United, più di Best e Charlton.

A dir la verità, in effetti, sono piuttosto d’accordo.

Nonostante la mia giovane età, ho vissuto il fuoriclasse gallese per anni ed anni.

Non era il classico giocatore da trivela, da rabona, da giocate funamboliche che facevano impazzire la platea.

La sua semplicità nella giocata, nella corsa o nella conclusione, lo rendevano un giocatore tremendamente glamour.

Quante volte abbiamo visto Giggs saltare due o tre uomini e poi mettere in mezzo il pallone al centro dell’area di rigore?

Facile e scontato, direte voi…ma non esattamente così.

La capacità di capire i momenti della partita lo rendevano unico: sapeva quando far respirare la squadra in un momento particolare o quando decidere la partita con uno dei suoi meravigliosi strappi in velocità sulla fascia.

Semplice, onesto e limpido.

Tutte caratteristiche che dimostrava in campo anche tecnicamente. 

Nella sua millesima partita, intorno al 54’ minuto, mise in mezzo un cross di esterno sinistro pazzesco.

Cosa c’é di strano in un cross sulla fascia laterale del campo? 

Niente, direte voi.

Poi però vi accorgerete che poteva solo eseguire quella giocata, cosicché la difficoltà nell’intraprenderla é stata messa da parte dalla semplicità tecnica di un calciatore meraviglioso.

Ryan Giggs é questo, il coraggioso mago gallese che ha rifiutato l’Inghilterra per amare un altro paese, pur conoscendo i grandi valori patriottici che da millenni sono instaurati nella Gran Bretagna.

Classe, genio, coraggio… Ryan Giggs: THE WELSH WIZARD.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...