Spazio Liga

#SpazioLiga: Giornata 30

La trentesima giornata è quella del sorpasso. Il Barcellona si ferma a Siviglia e il Real ne approfitta vincendo a San Sebastián, si porta a pari punti, ma comanda la Liga in virtù degli scontri diretti favorevoli. A livello di coppe continuano a vincere Atletico, Valencia, mentre in zona salvezza si sveglia alla grande il Celta Vigo. Si separano Rubi è il Betis, notizia già nell’aria da tempo.

Mallorca vs Leganes 1-1 (S.Sevilla 9 – O.Rodriguez 87)

All’Estadi de San Moix va in scena l’ennesimo scontro salvezza fra due squadre con un disperato bisogno di vittoria.

I padroni di casa passano al nono minuto grazie all’esperto Salva Sevilla, astuto nel battere una punizione dai 25 metri sotto la barriera, portando avanti i suoi.

La gara è piuttosto vivace con occasioni da ambe le parti. Gli isolani vanno più volte vicini al raddoppio sopratutto grazie a Baba da fuori, ma anche gli ospiti vanno molto vicini alla rete del pareggio colpendo una traversa con Amadou e sprecando una ghiotta occasione con Carrillo che da pochi passi spara la palla in bocca a Manolo Reina.

Sembra tutto pronto per la vittoria dei maiorquini, ma a pochi minuti dal novantesimo Oscar Rodríguez trova una rete su calcio di punizione dai 35 metri semplicemente spettacolare, un tiro imprendibile che si insacca dopo aver scheggiato la traversa.

Si chiude 1-1 la sfida fra Mallorca e Leganes, ma il pareggio è un risultato inutile per entrambi. Gli ospiti rimangono all’ultimo posto, mentre i padroni di casa non riescono a sopravanzare il Celta per tirarsi fuori dalla zona retrocessione.

Granada vs Villarreal 0-1 (G.Moreno 11)

Al Nuevo Los Carmenes il Villarreal centra la seconda vittoria consecutiva avvicinandosi alla zona Europa League.

In apertura il numero 9 dei padroni di casa Soldado spreca una occasione colossale mettendo a lato da pochi passi ad Asenjo praticamente battuto.

Errore che i ragazzi di Diego Martínez pagheranno caro, infatti pochi minuti dopo passano i gialli grazie a Gerardo Moreno abile a rubare il tempo su un lancio in profondità di Rubén Peña e a mettere in rete con un diagonale teso.

Un tiro dalla distanza potrebbe dare il doppio vantaggio al Sottomarino Giallo, ma la conclusione del talento Ontiveros ai stampa sulla traversa.

Il Granada spinge molto, ma i biancorossi non trovano grosse occasioni e quando possono giungere al tiro con pericolosità la mira di Puertas e Carlos Fernández non è felice.

Sevilla vs Barcellona 0-0

Al Sánchez Pizjuan va in scena un duello classico degli ultimi anni di Liga con il Sevilla che cerca di mettere i bastoni fra le ruote ai catalani nella loro corsa al titolo.

I catalani non sembrano essere al meglio e danno l’idea che possa essere la giornata giusta per l’undici di Lopetegui di portare a casa bottino pieno.

I padroni di casa vanno vicini alla marcatura con Ocampos, Koundè ed El Haddadi, ma la mira imprecisa unita alla buona prestazione di ter Stegen non premiano i loro sforzi.

Dall’altra parte il Barca si rende pericoloso con un piazzato di Messi e un tiro di Suárez, entrambi alti di poco sulla traversa.

Sul finire della gara due episodi chiave: Messi spinge in maniera plateale Diogo Carlos, forse nervoso per non aver ancora trovato il suo gol numero 700 da professionista. Il comportamento è da rosso diretto, ma il direttore di gara incredibilmente lascia correre.

A pochi minuti dal termine invece Reguillon, laterale sinistro in prestito dal Real, ha sul suo piede la palla dell’1-0, ma da pochi metri consegna una debole mozzarella fra i guantoni del portiere blaugrana.

Finisce 0-0 e ora attenzione al Real Madrid che può agganciare i ragazzi di Quique Setien in vetta alla Liga.

Espanyol vs Levante 1-3 (D.Lopez 28 – B.Mayoral 14, E.Bardhi 67, A.Pedrosa (AUT) 87)

Los Pericos perdono malamente in casa contro un Levante in grande spolvero è solo il trentottenne Diego López evita un passivo maggiore per i padroni di casa.

Los granotas passano al minuto 14, con una percussione centrale dell’ex Real Madrid Borja Mayoral, bravo e fortunato a trovarsi a tu per tu con il portiere e infilarlo.

I padroni di casa agguantano il pareggio grazie a un colpo di testa di David Lopez, direttamente da una rimessa laterale di Cabrera.

Da qui in avanti però è un monologo rossoblu. Prima un palo colpito grazie alla deviazione di un difensore sul cross di Campaña e successiva rete annullata a Melero per fuorigioco per poi passare alla seconda frazione di gioco, dove gli ospiti trovano il vantaggio con la rete del fantasista macedone Bardhi, miglior giocatore della gara, che insacca un bel diagonale anche grazie alla deviazione di David Lopez.

Ancora occasioni per il Levante con Postigo che si vede murato dal portiere ex Milan.

Per superare Diego Lopez serve qualcosa di speciale e ci pensa Adrià Pedrosa con una autorete degna delle migliori puntate di Mai dire Gol.

Finisce 1-3 con il Levante che sfrutta il suo buon momento e con l’Espanyol che vede lo spettro della B avvicinarsi sempre più pericolosamente.

Athletic Bilbao vs Betis 1-0 (I.Martinez 7)

Dodicesima sconfitta stagionale per Rubi e il suo Betis, con tutta probabilità questa è stata l’ultima panchina per l’ex tecnico dell’Espanyol. Si vocifera addirittura di Joaquín come allenatore-giocatore per concludere la stagione, ipotesi molto particolare.

Al Nuevo San Mames la decide una pregevole rete di Inigo Martínez che devia in rete di tacco un cross di Cordoba.

Non si può dire che gli ospiti non ci provino, ma un eccellente Unai Simón nega agli andalusi più volte la rete, su Borja Iglesias e Fekir.

Raúl García colpisce una traversa di testa lacciato clamorosamente solo su un tiro d’angolo, mancando il raddoppio per i baschi.

Simón salva in maniera miracolosa sulla linea un tentativo ravvicinato di Fekir.

Nella stessa azione viene però ravvisato un fallo di Inigo Martinez sull’ex OL e viene concesso penalty agli ospiti.

Dagli undici passi si presenta Sergio Canales che però calcia alto sulla traversa.

Fekir trova una punizione all’incrocio, ma Unai Simón sembra avere un conto personale col trequartista e leva una palla impossibile dall’incrocio dei pali. Grandissima performance del numero 1 basco.

Nel recupero Asier Villalibre coglie una traversa con un pregevole colpo di tacco a replicare quello vincente del compagno di squadra a inizio match.

Si chiude 1-0 una gara decisamente divertente. Il Betis ancora una volta nonostante le buone premesse fatica e delude, l’Athletic continua il suo campionato tranquillo e la marcia di avvicinamento alla finale di Copa del Rey con i cugini della Real Sociedad, a questo punto vero obiettivo stagionale.

Getafe vs Eibar 1-1 (O.Etebo 30 – C.Dias 45+6)

Il Getafe per la gloria europea, l’Eibar per un’altro anno fra i giganti della Liga. Alla fine le due compagini si spartiscono la posta in palio con un punto a testa che non fa felice nessuno.

Il vantaggio della squadra di Bórdalas arriva grazie a un buon inserimento dell’esterno nigeriano Etebo che mette a segno la sua prima rete con il club.

L’Eibar non demorde ed in pieno recupero del primo tempo trova il pari grazie a Charles Dias, abile a sfruttare una buona torre di Enrich su calcio di punizione.

Nella ripresa succede poco, senza occasioni di rilievo, fino al minuto 88 dove l’Eibar trova la rete del vantaggio grazie a Pedro Bigas che si inserisce e supera il portiere con un tocca di testa. Purtroppo per Mendilibar e per gli Armeros il direttore di gara, con l’ausilio del VAR, ravvisa un millimetrico fuorigioco ed annulla la marcatura, fissando il punteggio sull’1-1 definitivo.

Atletico Madrid vs Valladolid 1-0 (Vitolo 81)

A Madrid va in scena una partita divertente e competitivo, con un Valladolid che ha messo in difficoltà gli uomini di Simeone prima di capitolare alla rete di Vitolo.

Waldo e Matheus Fernandes impegnano il sempre ottimo Oblak.

La partita svolta all’ottantesimo minuto; Thomas scaglia una sassata dalla distanza con José Antonio Caro che si supera per mettere in angolo. Sul corner successivo però il portiere esce in maniera avventata e Vitolo insacca di testa, nonostante il tentativo di salvataggio sulla linea.

Vitolo avrebbe anche la possibilità di raddoppiare, ma Caro fa buona guardia.

L’Atletico vince e agguanta la terza posizione in classifica.

Celta Vigo vs Alavés 6-0 (J.Murillo 14, I.Aspas (R) 21, Rafinha 40,41, Nolito (R) 78, S.Mina 86)

Al Balaidos il Celta per la prima volta in quest’annata strana si scrolla di dosso paure ed insicurezze e regala ai suoi tifosi una prestazione finalmente da incorniciare.

Le sei reti al povero Alavés sono la dimostrazione di quanto poco centri, per qualità della rosa, la squadra galiziana con la lotta per la salvezza, vista la grande qualità degli interpreti a disposizione di Oscar Garcia.

Dopo un quarto d’ora è la prima rete di Murillo ad aprire la goleada, con una gran zuccata su cross di Denis Suárez.

Il raddoppio arriva su rigore trasformato da Iago Aspas, che vendica l’errore dal dischetto di qualche giorno fa, raggiungendo la doppia cifra in campionato.

Le cose vanno di male in peggio per gli ospiti con l’espulsione di Martin Aguirregabiria che precede di poco il la terza rete del Celta. Rafinha dal limite lascia partire un sinistro a giro spettacolare che si insacca nell’angolo alto della porta difesa da Roberto, il quale si deve arrendere nuovamente all’ex Barca solo un minuto dopo grazie a una bella volée che gli vale la doppietta.

Nella ripresa c’è gloria anche per Nolito che trasforma un generoso rigore e per Santi Mina, abile a sfruttare la profondità su un assist proprio di Nolito.

Vittoria più che rotonda ed importante per il Celta che prende una bella boccata d’aria in ottica salvezza, ma che sa bene che resta ancora del lavoro da fare se vuole continuare a militare nella massima divisione spagnola.

Valencia vs Osasuna 2-0 (G.Guedes 12, Rodrigo 35)

I pipistrelli iniziano forte la gara, prima con una rete annullata a Rodrigo per fuori gioco, poi con un’incursione eccellente di Gónzalo Guedes che con con tecnica, caparbietà e forza fisica va via a tutta la difesa dell’Osasuna prima di scaricare un missile nell’angolo alto, portando il punteggio sull’1-0.

Il raddoppio è opera del duo terribile d’attacco valenciano con Guedes che sfrutta un errore in costruzione di Garcia ed innesca in profondità Rodrigo, abile a superare il portiere con un tocco d’esterno.

L’Osasuna non è in gran giornata e non riesce a tentare di rientrare in partita, che termina sul 2-0 per i padroni di casa che cercano di mantenere il contatto con le posizioni per l’Europa.

Real Sociedad vs Real Madrid 1-2 (M.Merino 83 – S.Ramos (R) 50, K.Benzema 70)

Gara molto importante per entrambe le compagini con in palio l’Europa che conta da una parte e la vetta della classifica dall’altra.

La spuntano i blancos, non senza penare e si issano in testa alla classifica grazie al vantaggio negli scontri diretti.

Primo tempo molto tattico, senza grosse occasioni.

Il Real passa grazie a Ramos che trasforma un rigore assegnato per una azione di disturbo su Rodrygo al momento del tiro.

La Real Sociedad otterrebbe il pareggio grazie a una conclusione da fuori di Januzaj, ma l’arbitro ravvisa una posizione di fuorigioco. Sicuramente questa decisione avrà strascichi di polemiche.

Anche il raddoppio dell’undici di Zidane è piuttosto polemico, su un cross dalla destra Benzema controlla il pallone con un punto indefinito fra la spalla e il bicipite, per poi spiazzare il portiere. Sentiremo parlare anche di questo.

I padroni di casa accorciano le distanze con Mikel Merino, bravo a inserirsi i un traversone dalla destra.

I bianco azzurri cercano il pareggio, ma il cabezazo di Elustondo finisce sul fondo è termina così la gara.

Stefano Follador

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...