#PrecedentiBianconeri

Juventus-Sassuolo: presentazione e statistiche

PREFAZIONE – Archiviato il primo posto nel girone di Champions, si ritorna in campo dopo la vittoria di Bergamo in campionato, nel debutto stagionale della fascia della domenica alle 12,30, nel cossiddetto “launch match” della 14ma giornata, dove all’Allianz Stadium arriva il Sassuolo di De Zerbi, nelle posizione basse di classifica a quota 13 punti, reduce dalla sconfitta casalinga con la Lazio per 2-1. Il match precederà di poche ore la sfida dell’Inter contro la Spal. Juve finora sempre vincente nelle gare interne in questa stagione. Ore 12,30, diretta Dazn. Arbitro: LA PENNA di Roma  Assistenti: DI VUOLO di Castellammare di Stabia – COLAROSSI di Roma 2 IV: SACCHI di Macerata VAR: NASCA di Bari (VAR Pro) AVAR: SCHENONE di Genova

I CONVOCATI

78040786_2748947058485412_4085904656151085056_o

Oltre agli infortunati Rabiot e Douglas Costa, resta fuori anche Khedira, anche lui alle prese con un risentimento muscolare, da valutare. Ci sarà Cristiano Ronaldo, già autore di tre gol ai neroverdi, che le indiscrezioni davano a riposo. Probabile tocchi a lui ed Higuain, con Dybala che andrà in panca essendo stato titolare martedì.

Ecco i convocati di De Zerbi:

Portieri: Consigli, Pegolo, Turati, Russo
Difensori: Marlon, Peluso, Muldur, Romagna, Toljan, Tripaldelli, Piccinini, Kyriakopoulos
Centrocampisti: Magnanelli, Duncan, Djuricic, Obiang, Traoré, Mazzitelli, Ghion, Bourabia, Locatelli
Attaccanti: Boga, Caputo, Raspadori

Assenze importanti quelle di Berardi e Defrel. Tre assenze importanti anche in difesa (ChirichesFerrari, Rogerio). Della partita anche i primavera Turati, Piccinini e Ghion.

I PRECEDENTI – Non c’è storia finora nei precedenti casalinghi contro i neroverdi: nei sei precedenti disputati la Juve ha sempre fatto il pieno, lasciando agli emiliani solo 2 gol (a 18): l’ultimo successo risale al 16 settembre 2018, partita celebre per i primi gol italiani di Cristiano Ronaldo. Finì 2-1 e ci fu anche il celebre sputo di Douglas Costa a Di Francesco. Higuain fu invece protagonista con una tripletta (e Pjanic con una doppietta) nel 7-0 del 4 febbraio dello dello stesso anno, e con una doppietta nella gara del 10 settembre 2016 , finita 3-1 ( segnò anche Pjanic il suo primo gol bianconero).

Cattura
16 settembre 2018: il primo “sssiiùùù” di CR7 in Italia

CORSI E RICORSI STORICI – Per il terzo anno di fila la Juve scende in campo il 1° dicembre: l’anno scorso ci fu un successo per 3-0 a Firenze, due anni fa Higuain decise la trasferta di Napoli. Nel 2013 un gol di Llorente in pieno recupero ci consentì di prevalere sull’Udinese, nell’ultima sfida di domenica, mentre l’anno prima ci fu un netto 3-0 nel derby casalingo. Nel 2010 1-1 in casa del Lech Poznan in Europa League, nel 2007 0-0 in casa Milan, nel 2002 2-2 in rimonta in casa Roma, l’anno prima 2-0 interno al Perugia, col primo gol bianconero di Nedved.  Nel 1999 3-1 a Napoli in Coppa Italia, mentre nel 1996, da freschi vincitori dell’Intercontinentale, 1-0 al Bologna. Nessuna gara col Sassuolo, affrontato di dicembre solo nel 2013 (il 15), con vittoria per 4-0. In 19 gare giocate oggi, 13 successi, 5 pari ed un solo ko. Nessun precedente col Sassuolo al 14mo turno.

GLI EX – Parlare di ex in Juve-Sassuolo è sempre un esercizio di memoria: nella Juve l’unico ex è Merih Demiral, al Sassuolo da gennaio a giugno, con i primi gol italiani. Nei neroverdi il più grande ex è Federico Peluso, in bianconero dal gennaio 2013 al giugno 2014, vincendo due scudetti. Ex poi tre giovani: il difensore brasiliano Rogerio gioca con la Primavera di Fabio Grosso nel 2016/2017, dopo essere già stato in prestito ai neroverdi. Dal 2011 al 2016 ha giocato nelle giovanili bianconere anche Filippo Romagna, vincitore di un Torneo di Viareggio nel 2016. Anche Alessandro Tripaldelli ha giocato nelle giovanili juventine dal 2012 al 2018. Infine tra i neroverdi milita anche il funambolico ivoriano Traorè, che non ha mai giocato nei bianconeri, ma la Juve a luglio ha prelevato dall’Empoli per girarlo agli emiliani nell’affare Demiral.

Cattura
Demiral nei sei mesi in Emilia
34e01592695e1e29bbd801f6416d959d_169_l
Peluso bianconero nel 2014

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...