Nero Su BIanco

FUSIONI CALDE.

La scrivo (sinteticamente !!!) per come posso averla percepita ed interpretata io. Io che certo non sono un “uomo di Wall Street”.

122 anni si, ma nel frattempo, Sergio Marchionne continua e continuerà a tracciare il cammino di Exor, FCA, Fiat, Ferrari, Juventus, etc.

È semplicemente incredibile, ma la fusione FCA + Peugeot si sta rivelando ancor più redditizia di quella saltata poco tempo fa con Renault.

In pratica, sul piano industriale, FCA sarà il 4’ gruppo mondiale ma in una pericolosissima (per le avversarie/rivali) posizione di avvicinamento alle prime tre (Volkswagen in primis), come nel calcio la Juve è ormai tra le prime cinque ma viaggia di upgrade in upgrade molto più velocemente delle stesse prime.

Peugeot, come naturalmente accade in queste fusioni, perderà un po’ di quota pian piano in Borsa, a tutto beneficio di FCA che quasi automaticamente, proprio grazie alla fusione, vedrá crescere il valore delle proprie azioni. A fronte di questo sacrificio peró, Peugeot, che non fa beneficenza, potrà riprendere mercato in USA dove è praticamente assente da circa 30 anni.

FCA che cresce esponenzialmente in borsa vuol dire stratosferiche plusvalenze per i suoi azionisti, e quindi EXOR ! Ora finalmente riusciamo ad incasellare ancor meglio questo recentissimo, robustissimo e (per noi) inaspettato aumento di capitale in Juventus da parte di EXOR e quasi contemporaneamente la sorprendente voglia di un superbrand come Coca Cola di unire il proprio nome a quello dell’altrettanto odiata Juve … gli Agnelli vogliono (secondo me in un paio di lustri) diventare anche in Europa, e quindi nel Mondo, ció che Juventus è diventata in pochissimo tempo in Italia.

Una progressiva posizione di dominio assoluto insomma.

Ed io ancora una volta torno a Rimini, ancora una volta riesco a riassaporare quell’amaro che non mi abbandonava mai in quel tempo. Ma ora è un piacere. Qull’amaro fango è ora un amaro di erbe di altissima qualità post pranzo luculliano, un amaro che fa godere il palato e mai passare la voglia di assaporarlo.

E chi se lo aspettava.

Lui. Lui se lo aspettava, Sergio Marchionne, lui lavorava per recuperare rispetto ad un declino ormai tracciato, non con l’obiettivo di tenere, ma di tornare come prima e subito dopo ben più forte di prima, l’aveva detto lui ed io, dal mio microscopio osservatorio, ci credevo poco.

Personaggio davvero poco simpatico e controverso, distaccato, prepotente e fuori da qualsiasi contesto, persino dal suo. Non odiava le convenzioni, lo facevano sorridere e le irrideva. “Giacca e cravatta” diceva “sono una circonvenzione d’incapace verso noi stessi, la volontà di appartenere ad una classe dirigenziale che è status visivo e mai mentale, mai operativo. La stessa differenza che c’è tra guidare una Ferrari e mettersi al volante di una Panda con l’adesivo della Ferrari peró, ben in vista sul cruscotto”.

Sono stati gli anni ‘10 signori, I MAGNIFICI ANNI ‘10 della Juventus F.C. !

Aspettiamo gli anni ‘20 con una certa curiosità, ma senza mai dimenticare Rimini, senza mai dimenticare cosa sono stati capaci di fare quei guardoni impotenti.

La voglia di truffarci ancora è fortissima per gli incapaci, ma stavolta sarà decisamente meno facile, non ci faremo trovare impreparati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...