#PrecedentiBianconeri

Juventus-Genoa: presentazione e statistiche

PREFAZIONE – Dopo il pareggio di Lecce, la Juve scende in campo stasera per il secondo turno infrasettimanale della stagione, decimo turno complessivo, ospitando il Genoa del neo allenatore Thiago Motta, reduce dal bel 3-1 al Brescia sabato scorso, ed ora a quota 8 punti. Dopo il successo dell’Inter a Brescia ieri nell’anticipo, serve vincere per riprendersi la vetta della classifica. ore 21:00, diretta Sky arbitro: GIUA di Olbia Assistenti: VALERIANI – SANTORO IV: LA PENNA VAR: CALVARESE di Teramo
AVAR: DI IORIO

I CONVOCATI

75429539_2676936429019809_5847564129161707520_n

Rispetto a Lecce, restano fuori Pjanic, infortunatosi sabato ed in via di recupero, dopo gli esami positivi, ed Higuain, anch’egli in ripesa dal colpo alla testa. Ritorna Ronaldo, mentre di nuovo convocati Ramsey e Douglas Costa. Di nuovo in panca l’Under 23 OlivieriBuffon potrebbe essere titolare, anche Demiral dovrebbe far rifiatare De Ligt.

I convocati di Thiago Motta per stasera:

Portieri: Marchetti, Jandrei, Radu

Difensori: Zapata, Barreca, Goldaniga, El Yamiq, Biraschi, Romero, Ankersen

Centrocampisti: Gumus, Jagiello, Ghiglione, Schone, Radovanovic, Agudelo, Cassata, Saponara

Attaccanti: Sanabria, Kouamè, Pandev, Pinamonti.

Assenti gli ex Favilli, Criscito e Sturaro, ai quali si aggiunge il danese Lerager.

PRECEDENTI – Affrontare il Genoa non è mai stato semplice negli ultimi anni: viste le diverse vittorie risicate o i pari. Il bilancio in 52 gare interne con i Grifoni, sono 40 successi (ultimo l’1-0 del 22 gennaio 2018, deciso da Douglas Costa), 10 i pari (ultimo l’1-1 del 20 ottobre 2018, con gol di Ronaldo e pari di Bessa, ora al Verona) e solo affermazioni rossoblu, ultima lo 0-1 del 20 gennaio 1991. 128 i gol fatti, 41 quelli subìti.

 

CORSI E RICORSI STORICI – E’ da 6 anni che non giochiamo più in data 30 ottobre: nel 2013 altro turno infrasettimanale e fu un 4-0 al Catania. Nel 2010 bel 2-1 in casa del Milan di Allegri. Nel 1996 5-0 interno al Rapid Vienna in Champions, nel 1994 1-0 interno sempre al Milan. Da ricordare anche lo 0-0 a Perugia nel 1977, giorno della morte sul campo del perugino Renato Curi. Col Genoa esiste un precedente nel lontanissimo 1938, e fu un pari interno per 1-1. Nel 2014 giocammo il 29, sempre di mercoledì, e fu un ko esterno per 1-0. Turno infrasettimanale col Genoa anche nel febbraio 2016, con successo su autogol. Su 13 incontri giocati oggi, 5 vittorie, 7 pari ed una sconfitta. Due sono i precedenti col Genoa al decimo turno: sconfitta interna per 1-2 il 21 novembre 1937 e successo interno per 4-0 il 31 ottobre 1993, col gol numero 100 in serie A di Baggio, che segnò quel dì una tripletta.
EX – Juve-Genoa è un’abbuffata di ex bianconeri, anche se tre saranno assenti:
Domenico Criscito giocò nelle giovanili bianconere nel biennio 2004-2006,vincendo lo scudetto nel 2006. Prestato al Genoa nella stagione della serie B, tornò in bianconero nell’estate 2007, ma il suo soggiorno juventino durò poco: una disastrosa sfida contro Totti all’Olimpico, e perse il posto a favore di Legrottaglie, tornando in rossoblù a gennaio 2008.
Stefano Sturaro venne acquistato nel 2014 dalla Juve, che lo ritirò dal Genoa nel gennaio 2015: con i bianconeri restò fino al 2018, vincendo 4 scudetti ed  altrettante Coppe Italia, oltre ad un memorabile gol al Bayern Monaco in Champions nel febbraio 2016. Tornato al Genoa a gennaio dopo la parentesi portoghese, Sturaro segnò alla Juve nel successo per 2-0 del 17 marzo scorso.
Andrea Favilli è un promettente attaccante delle giovanili del Livorno, che la Juve prende nel gennaio 2015 per un prestito di 18 mesi. Con la Juve debutta in serie A il 7 febbraio 2016 a Frosinone, gettone che gli basta per fregiarsi di quello scudetto. La Juve non lo riscatta e torna in Toscana: a sua volta lo cede in prestito all’Ascoli, esperienza che si chiude con un grave infortunio. Nel 2018 la Juve lo riprende a titolo definitivo,e dopo averlo portato nella tournee oltreoceano (in cui si distingue per una doppietta al Bayern) lo manda in prestito biennale al Genoa, dove a causa di troppi infortuni non ha ancora reso al meglio.
Francesco Cassata viene acquistato dall’Empoli nel 2015 e con la Primavera juventina vince il Torneo di Viareggio del 2016. La Juve lo manda in prestito ad Ascoli poi lo cede a titolo definitivo al Sassuolo, dopo il prestito al Frosinone da luglio è al Genoa.
Edoardo Goldaniga  viene acquistato dalla Juve nell’estate 2014 in comproprietà dal Palermo,che ne deteneva il cartellino. Dopo un prestito al Perugia, la Juve cede l’intero cartellino ai rosanero, senza mai utilizzarlo. Sarà protagonista nel settembre 2016 di uno sfortunato autogol proprio contro i bianconeri, su tiro di Dani Alves. Curioso come il percorso di Cassata e Goldaniga sia stato identico negli ultimi tre anni: Sassuolo, Frosinone e Genoa.
Futuro ex sarà Cristian Romero, difensore argentino dei rossoblu preso in estate e lasciato in prestito al Genoa fino a giugno.
sturaro_juventus-bayernmonaco
Sturaro esulta dopo il gol al Bayern il 23 febbraio 2016
13criscito
Criscito alla Juve nel 2007
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...