I tre ruggiti del Leone

I 3 RUGGITI DEL LEONE – Risponde Franco Leonetti

La sfida all’Atletico, specie nel secondo tempo ed esattamente come quella al Napoli, mette in luce tutti gli aspetti positivi di questo nostro nuovo calcio, come anche tutti quelli negativi.
Dilapidare doppi o tripli vantaggi, con le stesse modalità, è piuttosto preoccupante.
Insomma, siamo sulla buona strada e di vede, ma…

La Juve sta crescendo, e la partita di Madrid ne è una prova lampante e di grande livello. Ma l’allenatore deve risolvere il problema annoso del difendere sulle palle inattive e anche alla svelta: non si possono subire 4 reti come i bianconeri hanno beccato contro Napoli e Atletico. Urge migliorare, e di molto, il meccanismo in marcatura nella propria area su palle ferme. Sarri applica la zona pura, ma ci vuole più cattiveria nei 16 metri, poi dipenderà dal Mister se rivedere la modalità o passare a uomo o a zona mista, l’importante è che questa evidente lacuna penalizzante venga ridotta al minimo. Insomma, questa Juve ha bisogno di lavorare molto e migliorare in tutte le zone del campo, in particolar modo in marcatura. Per il resto la squadra è già ad un livello molto buono, la personalità sciorinata al Wanda Metropolitano è di matrice europea, senza dimenticare il valore indubbio degli avversari. La Juventus ha predicato calcio, ha mostrato uscite dalla propria metà campo di prima, di lignaggio elevato, palleggio, qualità, mentalità. e la volontà di essere sempre propositiva. Ha tenuto bene, alla distanza, anche sotto il profilo fisico, sfiorando il colpo del k.o nel recupero, e anche i subentranti, Dybala e Bentancur. hanno dato il loro buon apporto: questa squadra, quando sarà al top, farà strada in Champions, l’atteggiamento dominante sull’avversario è la strada giusta. Considerando che siamo al 19 settembre, ed è appena partita una nuova filosofia di gioco, il bicchiere è più che mezzo pieno:,molte cose sono ancora da migliorare e rodare, ci sono nuovi arrivi da inserire, ma credo che il tifoso della Vecchia Signora abbia buone sensazioni per il futuro.

***

12 arresti tra i capi ultras, può essere la svolta che serviva? Che sia da apri pista anche per altre società? È davvero possibile ripulire questo calcio?

La Juventus ha operato una svolta epocale, mai nessuna società aveva tentato in precedenza. Mi sarebbe piaciuto che il mondo del calcio si mobilitasse prima, a tal riguardo non ho sentito, nemmeno una flebile voce levarsi dall’universo pallonaro per salutare l’iniziativa di A. Agnelli. Il che la dice lunga sullo status quo del calcio italico. La Juventus ha tracciato una strada, vedremo se il resto delle società oserà sfidare le proprie curve.

***

Brutta tegola lo stop di Douglas Costa. A Firenze entra Bernardeschi e convince poco.
Lo stop prolungato del brasiliano potrà essere la scusa per recuperare Dybala oppure nei dogmi di Sarri l’argentino può essere solo punta centrale e dunque vedremo alternarsi Cuadrado e Bernardeschi come esterni alti a destra?

Peccato per D. Costa che dimostra, una volta ancora, la sua fragilità muscolare. In attesa di una sua pronta ripresa, quando sta bene è letteralmente immarcabile e sprinta come nessun altro, Sarri non ha ottenuto grandi risposte da Bernardeschi a Firenze e lo ha estromesso in Champions a favore di Cuadrado, fautore di un bel match e un gol sublime e bellissimo. Per Cuadrado però, il problema si pone, visto che, nelle idee di Sarri, può fare sia l’esterno alto che basso, ed è un’alternativa importante come terzino. Bernardeschi e Dybala hanno a loro disposizione delle chances notevoli, starà a loro sfruttarle. Per l’ex viola la fascia di competenza e il ruolo di attaccante esterno sono una grande possibilità per mettersi in luce, fare bene e finalmente dimostrare continuità, Dybala. invece, dal Mister viene visto come centravanti, quindi sta alla Joya farsi trovare pronto, creando concorrenza e mettendo in difficoltà, nelle scelte, l’allenatore. Da loro mi attendo un’annata significativa e ricca di contenuti calcistici, prendersi la Juve una volta per tutte, dimostrando i valori che conosciamo ma che vanno confermati in maniera non sibillina. Diventa così necessaria, per entrambi, la giusta e definitiva consacrazione in maglia Juve. Mi attendo molto da entrambi.

***

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...