#UnderPRESSure

Vigilia Fiorentina – Juventus: la conferenza stampa di Sarri

Torino – L’allenatore della Juventus Maurizio Sarri ha parlato dalla sala stampa dell’Allianz Stadium per presentare la partita in programma domani alle 15 contro la Fiorentina al Franchi di Firenze, sua prima ufficiale in bianconero.

sarri130905

Così commenta il suo esordio: «Per un allenatore andare in panchina e partecipare agli allenamenti è la vita. E’ tutto. Chiaro che non è semplice rimanere fuori, ringrazio il nostro staff medico che mi ha coccolato 20 giorni e mi ha fatto capire che in quel momento era meglio fare un passo indietro per non farne uno più lungo dopo. E’ stato pesante, ma l’ho dovuto accettare nella consapevolezza che lo staff stava andando avanti alla grande in campo e in partita».

Trovare un’identità forte della squadra

Sarri afferma che: « la squadra ha bisogno di trovare un’identità e si trova nella fase in cui è più difficile fare delle rotazioni che poi nel giro di dieci giorni diventeranno probabilmente indispensabili».

Dal punto di vista del campo bisogna combattere con la difficoltà di avere tanti giocatori che negli ultimi mesi hanno giocato poco. Sarri si riferisce agli infortuni di Khedira e Ramsey, all’inattività di Rabiot.

«Questo mette questi giocatori in difficoltà nei confronti dei giocatori che hanno avuto più continuità. L’aspetto positivo è che questo gruppo sta lavorando bene. Ne parlavo con la squadra ieri e dicevo che mai nella mia carriera ho visto i giocatori rimasti durante la sosta lavorare così bene. Solitamente è un periodo difficile in cui trovare le motivazioni per allenarsi ad alto livello, invece i miei ragazzi l’hanno fatto. Qualcuno ha avuto in questi dieci giorni grandi benefici. Purtroppo solo dal punto di vista fisico, perché tatticamente abbiamo potuto lavorare poco».

sarri130913

Il tecnico bianconero ha poi parlato di alcuni giocatori della rosa.

Bentancur – «Le mie sensazioni in allenamento sono molto forti, può diventare un giocatore importante. Può fare due ruoli, noi lo stiamo allenando come vertice basso».

Ramsey – « Viene da un infortunio non banale, gli ho visto fare dei passi in avanti enormi negli ultimi dieci giorni. Non è ancora al massimo, ma se l’evoluzione della sua condizione fisica è questa molto velocemente potrà tornare su buoni livelli. Per necessità può fare anche esterno attacco in caso di necessità, ma io lo vedo molto di più interno di centrocampo.

Higuain – «Se gioca è perché in allenamento ho visto cose importanti. Le scelte fatte sono sempre frutto di quello che vedo durante la settimana».

Matuidi – «È importante, perché per dinamismo e attenzione si è adattato bene a quello che gli succede davanti, ovvero la presenza di Ronaldo. Che è il nostro giocatore destinato a fare la differenza, è il più forte del mondo, quindi bisogna lasciargli libertà».

Rabiot – «Nel 2019 non ha mai giocato. Dopo i primi 20 giorni di lavoro ha avuto un calo fisico, da tanto tempo non ha partite ufficiali nelle gambe. E’ un ragazzo di grandi doti, sia tecniche che fisiche».

Chiellini – «L’anima del gruppo, per applicazione e forza mentale, è una perdita pesante per noi. Adesso il mio compito è recuperare completamente Rugani e far adattare il più presto possibile un futuro top player come de Ligt. Si deve ancora adeguare al nostro tipo di calcio, ma fra qualche mese riuscirà ad esprimere grandi cose».

 

Sarri, gli aiuti alla Juve e lo scudetto del Napoli

«Non ho mai pensato che le vittorie della Juve fossero figlie di aiuti, ma che era la squadra più forte. Vince per la mentalità feroce”.

Sarri torna anche sul suo passato, vissuto sulla panchina del Napoli, e sulle polemiche degli anni scorsi: “Poi si può discutere di un episodio, ma quella è la normalità. A Napoli abbiamo perso scudetti a 10 punti dalla Juventus, e lì l’episodio non c’entrava – prosegue il tecnico -. Diverso quando l’abbiamo perso in volata, ma è normale a caldo recriminare».

 

 

di Livia Sbrizza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...