#NonSoloJuve

Il trionfo di Egan Bernal

E’ stato uno dei Tour de France più incerti ed equilibrati degli ultimi 5 o forse 10 anni e ad aggiudicarselo è stato il favorito numero 1 secondo gli addetti ai lavori: il colombiano Egan Bernal primo atleta sudamericano a salire sul gradino più alto del podio nella Grand Boucle.

L'immagine può contenere: 3 persone, persone che sorridono, persone in piedi e spazio all'aperto

Il 22 enne di Zipaquirà, scoperto sportivamente parlando dal famoso direttore sportivo italiano Gianni Savio e resosi protagonista nelle decisive tappe sulle Alpi, ha avuto la meglio sul compagno di squadra Geraint Thomas. vincitore della scorsa edizione, e su Steven Kruijswijk che per la prima volta in carriera sale sul podio di un grande Giro.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Bernal si aggiudica anche la maglia bianca di miglior giovane del Tour de France, mentre Peter Sagan e Romain Bardet conquistano rispettivamente la maglia verde del miglior velocista e la maglia a pois di miglior scalatore.

Ma il premio speciale del corridore “super” combattivo è andato a Julian Alaphilippe, quinto in classifica generale, ma assoluta sorpresa di questo grande Giro e che potrebbe riprovare davvero a vincere magari cambiando qualcosa nella sua preparazione atletica.

L'immagine può contenere: 3 persone, persone che sorridono, persone in piedi e testo
L'immagine può contenere: 3 persone, persone che sorridono, persone in piedi

Grand Boucle in chiaro scuro per l’Italia che conquista tre tappe con Elia Viviani, Matteo Trentin, Vincenzo Nibali ripresosi in tempo dai problemi fisici e con Giulio Ciccone che veste per due giorni la maglia gialla durante la prima settimana di gara ma che è stato protagonista di una caduta che ha quasi compromesso la seconda metà del Tour.

Il migliore degli italiani in classifica generale (14°) è stato Fabio Aru che dopo il calvario vissuto ad inizio 2019, sta pian piano ritrovando la forma fisica in vista degli ultimi appuntamenti della stagione agonistica.

Sono state 3 settimane ricche di equilibrio e colpi di scena ma alla fine a trionfare ancora una volta, la quinta di fila, è stato un corridore che fa parte del famoso squadrone Ineos (ex team Sky) che però questa volta non ha avuto diversi uomini al meglio per quasi tutto il Tour de France.

Salvatore Amato

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...