Nero Su BIanco

IL COLOSSO di RO…tterdam

Sembra un supereroe dei fumetti Matthijs (in realtà di Leiderdorp, quasi a metà strada tra Rotterdam e Amsterdam), che in futuro chiameremo Matt, se non altro per semplicità, uno di quelli partoriti dalle matite della Marvel, come il mitico Thor dio del Tuono. Sono tre anni che lo seguo, ne aveva solamente 16 la prima volta che lo osservai stupito, e già destava una certa impressione vederlo muoversi in campo.

Un colosso appunto, alto ‘solamente’ un metro e novanta, con un peso reale considerevole che si porta appresso in maniera leggiadra e ad una folle velocità.

È il prototipo del difensore ‘perfetto’: alto e con stupefacente elevazione, velocissimo sia nei recuperi che nel tocco di palla, colmo di una reattività, una calma ed una capacità di concentrazione davvero sbalorditivi ! Alla sua età non gli si avvicinavano neppure gli altri due centrali attualmente nell’Olimpo europeo: Van Dijk e Koulibaly, entrambi al momento ventottenni (quasi 10 anni in più quindi) ed entrambi cresciuti definitivamente verso i 24/25 anni.

Ma il confronto diventa difficile persino con glorie di un passato ormai scolorito, è soprattutto la forza che fa impressione, la capacità di anticipo e recupero che come sottolineato da un carissimo amico qualche giorno, fa potrebbe avvicinarlo ad Alessandro Nesta (favoloso quanto sfortunato campione), ma nel suo periodo aureo.

Lui è perfettamente consapevole di essere già a livelli mostruosi ed indubbiamente un predestinato, questa consapevolezza lo rende peró ancora “vulnerabile” nella semplicità con cui a volte trascura i posizionamenti nei suoi paraggi … il gol subito da CR7 a Torino e quello finale dei 3 di Lucas in semifinale UCL costato all’Ajax l’eliminazione, sono due esempi di ció. Attenzione, non si tratta di veri e propri errori, ma di leggerezze dovute prevalentemente ad un’autostima già da veterano consumato.

Il nostro nuovissimo centrale difensivo infatti (“nostro” fa un gran bell’effetto, diciamolo), domina letteralmente una trentina di metri quadrati nei suoi paraggi, quasi insuperabile sia in acrobazia che in velocità, già prepotentemente intuitivo nel capire i movimenti senza palla degli avversari, fa della capacità di accorciare un “tool” davvero mai visto prima.

Incredibile anche vederlo improvvisamente, dopo un recupero o un bruciante anticipo, scavallare verticalmente e velocemente il campo facendo leva su un “compasso articolare” degno giusto di un Pogba. Ed ancor più sorprendente, in questi casi, nelle occasioni in cui poi perde palla, girarsi, ripartire ed inghiottire nuovamente, dopo pochi passi, il malcapitato avversario di turno.

Concludendo, il ragazzo è davvero ancora giovanissimo, ma già straripante sul piano atletico, tecnico e persino tattico, tanto da farmi gridare “al miracolo” da circa due anni. Sembra anche molto voglioso e determinato e siamo certi sia capitato proprio nell’ambiente giusto.

Doverosi complimenti a Paratici, Nedved e come sempre la Societá per aver fatto un acquisto, sotto alcuni punti di vista, persino più “top” di Cristiano Ronaldo, per il semplice fatto che oltre alla ‘concorrenza maxima’ sbaragliata, qui si prende un campione ancora in erba generando un upgrade tecnico ed economico davvero ai massimi livelli.

Buona fortuna Matt, perché la tua fortuna sarà la nostra fortuna.

Paolo Carraro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...