#NonSoloJuve

-1 alla Grand Boucle

Attesa quasi finita per l’edizione n.106 del Tour de France che partirà domani pomeriggio per la prima volta da Bruxelles dove si svolgerà anche la seconda tappa di domenica con la tradizionale cronometro a squadre.

Il percorso della prima tappa

Dopo i forfait per infortunio di Chris Froome e gli acciacchi di Geraint Thomas, vincitore nel 2018 che nonostante tutto sarà al via, il grande favorito della Grand Boucle appare un altro membro del team Ineos: il colombiano Egan Bernal che ha dimostrato di avere una grande condizione fisica al recente Giro di Svizzera e al suo fianco avrà un vero e proprio squadrone.

Risultati immagini per egan bernal ineos

Tra gli altri corridori che aspirano alla conquista della maglia gialla o di un posto sul podio, troviamo Nairo Quintana che avrà a disposizione come “gregari” sia Mikel Landa sia il campione del mondo in carica Alejandro Valverde e la vera sorpresa di questa prima metà del 2019 Jakob Fuglsang vincitore della Liegi-Bastogne-Liegi 2019 che, dopo una carriera più da gregario di lusso che da uomo classifica nel team Astana, sembra esploso definitivamente nonostante i suoi 34 anni.

Risultati immagini per fuglsang tour de france 2019

Per quanto riguarda i nostri atleti azzurri Vincenzo Nibali, che sembrava inizialmente puntare solamente alla maglia a pois magari in un eventuale “duello” con Julian Alaphilippe, pare aver riacquistato ambizioni di classifica generale ma tutto dipenderà dalla sesta tappa con arrivo a La Planche des Belles Filles dopo aver percorso ben 7 GPM.

Tappa molto cara tra l’altro a Fabio Aru, che vi vinse due anni fa, autore di un vero e proprio recupero lampo dall’intervento vascolare a cui si era sottoposto prima del Giro d’Italia che avrà l’obiettivo di conquistare una tappa al Tour ma soprattutto di mettere Km nelle gambe in vista della Vuelta a España di fine Agosto.

Risultati immagini per aru

Terremo d’occhio naturalmente anche Elia Viviani, che sarà in lotta con Peter Sagan su tutti nelle frazioni adatte ai velocisti e i nostri “cacciatori” di tappe: Giulio Ciccone miglior scalatore al Giro d’Italia, Alberto Bettiol vincitore del Giro delle Fiandre 2019 e Alessandro De Marchi ancora a secco al Tour de France nonostante la sua grande combattività.

Non ci resta che seguire queste tre settimane di corsa che come da tradizione si concluderà con la passerella sugli Champs-Élysées di Parigi.

Salvatore Amato

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...