I tre ruggiti del Leone

I 3 RUGGITI DEL LEONE – Risponde Franco Leonetti

Un Sarri più istituzionale, composto, disponibile e preparato al meglio nell’affrontare le bordate che ci aspettavamo tutti.
Ha menzionato con ammirazione Ancelotti, Conte, De Zerbi, Fonseca e soprattutto Giampaolo. Sostenendo l’importanza per tutto il movimento calcistico italiano della qualità degli allenatori e del prodotto offerto ai tifosi.
Che voto diamo a Sarri per la presentazione?

Il voto a Sarri è un bel 7, la conferenza di presentazione è basilare, lo era ancora più per lui dopo le polemiche, giustissime, sollevate dopo le sue assurde dichiarazioni contro la Juve nei tre anni di Napoli, con le vesti di capopopolo. 66 minuti di dialogo fatto di domande e risposte, preparata benissimo e con le giuste strategie, sia dalla società che dal neo allenatore della Juve.

***

Quali sono i punti che più ti hanno colpito della conferenza di presentazione? C’è qualcosa in particolare delle parole di Sarri che ti ha stupito, magari tra gli aspetti di campo e tattica che ha lasciato trapelare?

Tanti i punti di forza ma anche qualche punto di debolezza. I passaggi più brillanti sono quelli riferiti allo scetticismo che lui ha sempre saputo vincere dopo poco, il discorso del puntare sugli elementi più talentuosi ( CR7 ovviamente ma anche Dybala e D. Costa), la crescita di Bernardeschi che vuole specializzato in un ruolo, al contrario di Allegri, l’organizzazione metodica della squadra, nei primi 70 metri e nei 30 restanti libertà d’azione, e il suo non essere integralista degli schemi, ma chi lo segue come me, questo lo sapeva già. Le cose che personalmente mi sono piaciute meno sono questo cordone ombelicale non ancora reciso con il Napoli, Sarri ha davvero parlato troppo a riguardo, citando molte volte la situazione, e definire la Juve tra le 8-9 squadre che ambiscono alla vittoria finale della Champions. Non condivido, con i giusti rinforzi su uno scheletrato già fortissimo, e con Cristiano Ronaldo in bianconero, la Juventus deve essere indicata come una delle candidate principe a sollevare quella coppa. Poi vincerla è un altro discorso ovviamente. Sulle scuse a riguardo del suo passato dialettico troppo astioso nei confronti della Vecchia Signora, non ci trovo nulla di positivo o negativo, erano il minimo sindacale che Sarri potesse pronunciare, perchè un professionista, a certi livelli, non può e non deve mai trascendere come lui ha fatto nei tre anni sotto il Vesuvio per ingraziarsi la piazza e far contento il suo presidente dell’epoca.

***

Passiamo ai rumors di mercato. Secondo te Pogba vale davvero 150 milioni? Possiamo aspettarci colpi del genere da questa sessione oppure é più probabile che si punterà a profili più “cheap”?

Pogba è una sensazione positiva, un effluvio che ha il dna bianconero. Ogni volta che sbuca fuori il suo nome, il popolo juventino sogna ad occhi spalancati. Pogba ha rotto con lo United e vuole andare via, su di lui ci sono Real Madrid e Juve. 160 milioni di cartellino e 15 netti al giocatore sono cifre importanti che ritengo la Juve non possa spendere al momento. Il giocatore vorrebbe tornare e preferisce Torino a Madrid, la società è al lavoro per capire come provare a riportare Paul in bianconero, ma Pogba, al momento, lo vedo un arrivo difficile per le condizioni economiche, magari la dirigenza saprà sorprenderci ancora una volta, la sua alternativa, per caratteristiche fisiche, tecniche e di ruolo è Milinkovic Savic. Mi attendo un mercato mirato e funzionale al nuovo progetto di Sarri, un colpo importante, Pogba o De Ligt, e poi arrivi di ottimo livello ma non botti eccezionali, con Rabiot in dirittura d’arrivo.

***

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...