DomenicaNO.. il punto!

13 maggio 2012, Indimenticabile

Cosa è per voi il 13 maggio?

Da quel 13 maggio 2012 e a distanza di 7 anni, io non so ancora come interpretarlo.

Una festa, la sua? Un tributo? O qualcosa che è più simile ad un rito funebre?

Il 13 maggio 2012 è l’ultima cena con la ragazza che hai amato follemente e ami ancora quando sai già che vi lascerete, l’ultimo saluto di Owen Wilson a Marley nell’omonimo film, un bacio d’addio fra genitore e figlio.

L’epilogo più straziante, commovente, coinvolgente: una sceneggiatura da oscar, con un finale forse mal scritto e inatteso ma interpretata nell’intero nel miglior modo possibile.

Un film lungo 19 stagioni, di cui 11 da capitano, 705 presenze, 290 gol, svariati trofei con ricordi e prestazioni indimenticabili.

Un film amato, stimato e apprezzato da chiunque.

Ammirarlo (e tifarti) è stato un onore, non solo un piacere.

7 anni dopo non riesco a ricordare quel giorno come un giorno felice, seppur fu a tutti gli effetti un giorno di “festa”.

Avrò visto le immagini di quell’addio 250 volte e, ancora oggi, mi viene da piangere.

Mi sale un magone, si chiude lo stomaco, divento triste. Anche adesso, mentre ci penso e ne scrivo, mi sento male.

La spontaneità e la bellezza dello Stadium in quel giorno “di festa”, mai così distaccato dal campo da gioco e focalizzato verso un’unica persona, raccontano una storia d’amore così bella, vissuta ed evidentemente infinita, tanto da non poter rimanere circoscritta al solo campo da gioco.

L’affetto e l’amore della gente, del tifo bianconero verso il suo Capitano travalica il tempo e le distanze, resiste tuttora e rimarrà sempre vivo e forte.

Se tornerà “a casa” sarà poi tutto probabilmente più magico, ma a distanza di 7 anni, dopo vittorie stupende, sconfitte amare, stagioni esaltanti e giocatori che sono arrivati e passati, il ricordo di quel 13 maggio e l’amore incondizionato verso Alessandro Del Piero rimangono intatti ed impressi, chiari, attuali.

A distanza di 7 anni riecheggia sempre quel coro:

“Io di te non mi stanco sarò sempre al tuo fianco sei la cosa più bella che c’è”

Concludesti quella lettera d’addio alla tua gente, 7 anni or sono, così:

“Avete realizzato il mio sogno. Più di ogni altra cosa, oggi riesco soltanto a dirvi: GRAZIE. Sempre al vostro fianco. Alessandro”.

E se quel coro dice che ci troverai sempre al tuo fianco e i ringraziamenti si sprecano e si sprecheranno sempre, ancora e giustamente, è altresì giusto tu sappia che il tuo sogno è stato il nostro e che, tu stesso, col tempo, sei diventato quello che nei sogni cerchiamo.

Una bellissima realtà, quelle che provi e vivi troppe poche volte nella vita e che, quando “finiscono”, ti lasciano un vuoto che, nonostante tutto quello che troverai e verrà dopo, non colmerai davvero interamente, mai.

Manchi Capitano.

Da quel 13 maggio 2012 manchi eccome, e anche se la vita va avanti, tu mancherai sempre.

Sempre qui ci troverai a cantare il tuo nome ed indossare la tua maglia, quella 10 che hai svestito da un pezzo, ma che ti apparterrà per sempre: per diritto, riconoscenza, amore.

Indimenticabile

Nico Domenicano

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...