Migliori e Peggiori

Migliori e Peggiori: Juventus vs Torino

Fare le pagelle a campionato ormai vinto può essere e spesso lo è, un compito ingrato. Dove sono le motovazioni? Dove è la grinta? Dove è la voglia di prevalere sull’avversario di turno?
Tutte domande legittime che i tifosi si fanno quando vedono partite o momenti di partita come quella di ieri o di sabato scorso.

Direi che le motivazioni le dovrebbero trovare ogni qual volta che il bonifico dello stipendio gli arriva sul conto, solo per quello dovrebbero sputare sangue e dare tutto ogni volta che mettono piede in campo. In fondo è il loro lavoro, sono professionisti. Per non parlare poi del fatto di onorare la maglia e rispettare i tifosi. Noi però che siamo umili tifosi ma attenti e molti di noi anche non di primo pelo, sappiamo che non è così che vanno le cose.

Ieri non meritavi di perdere e di fattinon lo hai fatto, ma i molti errori (vedi il beneamato Pjanic), sono frutto di ciò che ho scritto sopra. Purtroppo la squadra sono anni che arriva a questo periodo della stagione al minimo di forma e con un’infermeria più gremita di quella di un paese asiatico dopo uno tsunami. Questa cosa personalmente non la riesco a digerire. Lo staff tecnico cosa fa? Sono anni ormai che ci fa arrivare i giocatori cotti e stracotti a marzo, il famoso mese della Champions da affrontare al 110%….purtroppo noi leviamo il primo numero, affrontandola al 10%. Anche questo è un tema che secondo me deve pesare in sede di decisone sul prossimo campionato e su chi lo dovrà affrontare in panchina.

Questo doveroso preambolo è dovuto al fatto che trovare migliori e peggiori in partite di fine campionato non è facile, ma io sprezzante del pericolo ci provo ugualmente.

MIGLIORI:
Spinazzola: non ha paura di effettuare le giocate, a volte non riescono, ma non torna indietro come fa sistematicamente Alex Sandro. Corre in crescendo per tutta la partita creando non pochi problemi al Torino. Sempre propositivo.
CR7: perché sempre e solo lui non si da mai per vinto e sempre e solo lui segna. Di testa più che mai.

PEGGIORI:
Pjanic: serve che motivo la scelta? Un errore del genere è difficile vederlo anche nei campi di periferia, ancora non mi spiego a cosa stesse pensando.
Kean: questa volta non si fa mai vedere e quando lo fa viene sempre anticipato, non aiutando la squadra a salire….ma è giovane e di tempo ne ha per migliorare.
Bernardeschi: corre più delle partite precedenti ma nonostante un buon inizio non crea mai pericoli e non aiuta il reparto avanzato. Crolla alla distanza. Appannato.
Cuadrado: non tira quando dovrebbe, lo fa quando non dovrebbe, raggiungendo una volta Marte e una Urano con quelle conclusioni forzate e debosciate… ho detto tutto.

Vorrei chiudere queste pagelle con una frase partorita ieri con l’admin Lorenzo Nicoletti:

“Dopo 5 anni bisognerebbe cambiare moglie o marito, figuriamoci l’allenatore”

Passo e chiudo!

Sergio Rossignoli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...