Senza categoria

#IlCieloSuTorino – Speciale Inter

È difficile spiegare cosa succede il giorno in cui si gioca La Partita, si, in maiuscolo, perché questa non è una partita come tante ma è la madre di tutte le battaglie, il derby d’Italia. In città il clima è strano, in molti sono partiti per questo lungo ponte, ma l’aria che si respira è quella delle grandi notti di sport.

Per quanto possa sembrare assurdo, per il tifoso juventino sabaudo questo match è molto più sentito del derby alle porte. Con il Toro la rivalità è concentrata nei giorni precedenti la partita, con i nerazzurri tutto l’anno. Io stesso, tifoso moderato e sportivo, perdo ogni inibizione quando si parla di Inter. C’è un motivo però per cui sarò sempre grato alla compagine nerazzurra. Sono riusciti, per quanto fosse difficile, a rendermi ancora più orgoglioso di essere juventino.

Il 09/09/2006 ero presente a Rimini in quella che, ancora non sapevo, sarebbe diventata la partita che avrebbe consacrato la nostra rinascita e ci avrebbe fatto diventare ancora più forti di quello che già eravamo. Ho pianto molto quel giorno, ma non erano lacrime di vergogna ma lacrime di orgoglio, è come se dentro di me si fosse sbloccato qualcosa che fino a quel momento era rimasto nascosto, recondito. Quel giorno promisi a me stesso che avrei giurato eterno odio alla società Inter, i suoi tifosi e tutto ciò che ruota intorno al mondo nerazzurro. Ho sognato le loro sconfitte, i loro insuccessi e il tempo mi è stato galante. Il 5 maggio sul mio calendario è segnato in rosso come le feste importanti, per me vale più del Santo Natale.

Alla partita di questa sera, quest’anno ci si arriva in maniera diversa, anomala, da campioni d’Italia. Mi piace immaginare che il mister ed i giocatori l’abbiano preparata in maniera minuziosa proprio perché, liberi da ogni pensiero, si siano concentrati per regalare una gioia al popolo bianconero. Se chiudo gli occhi riesco a vedere le sgroppate di Cancelo, la grinta di Chiellini, e il primo gol su punizione di Cristiano, perché lo voglio contro l’Inter il suo primo gol su punizione, voglio che rimanga alla storia anche questo.

Il cielo su Torino oggi è azzurro ma questa sera sarà bianconero, comunque vada, perché noi saremo sempre orgogliosi di questa nostra appartenenza e niente e nessuno ci potrà mai far cambiare idea.

Marco Pavanello

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...