Da un'altra angolazione

DA UN’ALTRA ANGOLAZIONE – DI Enrico Tordini

Mi immagino cosa sarebbe accaduto se Max avesse schierato i titolari. Me lo immagino, perché alla vigilia di una partita come quella contro i lancieri, non ce lo vedo proprio CR7 rischiare la caviglia contro Cionek, oppure un Khedira reduce dall’infortunio incrociare i tacchetti con lo Schiattarella di turno. Proviamo a indovinare: i soliti soloni e opinion maker della mutua avrebbero obiettato che la Juventus non si era impegnata, che Allegri aveva venti titolari a disposizione ed avrebbe potuto mandare in campo quelli più freschi, e/o che non saranno impiegati martedì sera. Casomai aggiungendo qualche ragazzo delle giovanili, quelli che hanno tanta garra in corpo e che smaniano per mettersi in mostra.
Qualunque cosa fai, dovunque te ne vai, tu sempre pietre in faccia prenderai, come cantava il francese Antoine in un antico festival di Sanremo. La Juventus è sempre un buon capro espiatorio per giustificare i propri fallimenti, lo sappiamo bene noi: quando vinciamo lo facciamo perché aiutati, quando pareggiamo o perdiamo allora c’è qualcosa di losco in mezzo, tipo un acquisto o la cessione di un calciatore o il desiderio di favorire una squadra amica, l’essenziale è dare aria alla bocca. Se non altro non ci siamo dovuti sorbire le lamentele del solito Leonardo, evidentemente soddisfatto dell’ultima direzione arbitrale, cerchiamo di trovare sempre e comunque qualcosa di positivo.


Comunque, bando alle ciance ed apprestiamoci a vivere il momento cruciale della stagione con la partita più importante dell’anno, sperando che non sia l’ultima e che nei prossimi tempi se ne giochino altre ancora più importanti. Non mi azzardo a stilare pronostici, non avrebbe senso e, a questo punto, il singolo episodio, la decisione arbitrale a favore o contro, possono far pendere l’ago della bilancia da una parte o dall’altra. Mi pare che l’unica “quasi” certa di passare il turno sia il Barcellona, francamente non ce lo vedo il MU di questa stagione andare a sbancare il Nou Camp, il Liverpool dovrebbe essere tranquillo ma non può commettere errori, mentre il City dovrebbe farcela con un Tottenham scarico e privo di Kane anche se Lucas Moura pare essere tornato al massimo del suo splendore.


Diciamo che, lentamente ma inesorabilmente, gli equilibri si stanno spostando verso la Premier League, e Bonucci stavolta non c’entra nulla. Gli spagnoli paiono meno agguerriti di qualche stagione fa, non il solo Real, o forse sono gli effetti del VAR in Champions, come insinuano le malelingue. Gli effetti della tassazione piena iniziano a farsi sentire, le squadre iberiche non fanno più incetta di talenti come qualche anno addietro, forse siamo giunti alla fine di un’era.

Enrico Tordini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...