#PrecedentiBianconeri

Ajax-Juventus: i ragazzini terribili ed i ricordi di gloria

Mentre per lo scudetto matematico manca veramente un nulla, la campagna europea, dopo la debacle evitata contro l’Atletico Madrid, riparte da Amsterdam e dal terribile Ajax di Erik ten Hag, capace di estromettere il Real tricampione nel turno precedente con ben quattro gol al Bernabeu. Un impegno quindi da non sottovalutare assolutamente per gli uomini di Allegri, che perde Chiellini ed Emre Can, ma ritrova sua maestà Cristiano Ronaldo, al rientro dopo il leggero infortunio con la sua nazionale, la cui ultima partita in bianconero risale proprio al tris ai Colchoneros del 12 marzo. Gli ajacidi nelle Eredivisie olandesi hanno agganciato in vetta  il PSV a quota 71, e sono reduci dal netto 4-1 in casa del Williem II.

TRA FINALI E CONQUISTE D’OLANDA – Parlare di Ajax significa sicuramente ricordare le due finali disputate: quella del 1973 a Belgrado, con la prima sconfitta delle sette in Coppacampioni, ma anche quella del 1996, col successo invece in quel dell’Olimpico di Roma ai rigori. Per quanto riguarda le soli trasferte nella capitale olandese, la Juve giocherà stasera per la sesta volta, quarta per quanto concerne la Coppa dalle grandi orecchie: l’ultima volt fu il 18 febbraio 2010 negli ottavi di andata di Europa League, con Zaccheroni allenatore, nei quali arrivò un successo per 2-1. Stesso risultato anche nella storica andata delle semifinali il 9 aprile 1997, anche allora dopo un sfida col Milan in campionato il 6 aprile (e se avessimo giocato ieri avremmo fatto coincidere anche la data), mentre finì 1-0 nel girone di Champions il 15 settembre 2004. Parità per 1-1 nell’andata dei quarti il 1°marzo 1978, unico caso in cui si giocò nello stesso turno, mentre l’11 dicembre 1974 si giocò l’unica sfida di una gara di ritorno, gli ottavi dell’edizione 1974/75 della Coppa UEFA, con sconfitta per 2-1, ma la Juve passò comunque il turno in virtù dell’1-0 dell’andata.

images (1)
18 febbraio 2010: nell’ultima trasferta ad Amsterdam, Amauri grande protagonista in Europa League: la sua doppietta ribaltò il vantaggio olandese con Suleymani.

Per quanto concerne il 10 aprile, l’ultima volta risale a  5 anni fa, con un successo interno sul Lione in Europa League, 2-1. L’anno prima in Champions purtroppo fu negativo in casa col Bayern, con ko per 2-0 ed uscita di scena. Nel 2011 sofferto 3-2 interno al Genoa, nel 2007 in B netto 2-0 al Napoli, nel 2004 1-0 alla Lazio in una serata pasquale, mentre nel 1996 2-1 in rimonta all’Udinese. Nel 1993 2-1 in un derby interno, mentre nel 1991 triste serata europea con un ko 3-1 a Barcellona in Coppa delle Coppe. Per la Coppa dei Campioni, nel 1985, 3-0 interno al Bordeaux. Scendere in campo in questa data come nei due anni in cui vincemmo la coppa può essere di buon auspicio? Con i lancieri sfiorammo appunto nel 1997 la coincidenza di data, giocando il 9.

 

Diego Valceschini

56582180_636540073439786_3312901063601815552_n
9 aprile 1997: Vieri esulta dopo il secondo gol ai lancieri.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...