Voli Pindarici

Tra gli uomini, i guerrieri: Mario Mandzukic fino al 2021!

“Tra gli uomini, i guerrieri.”
Il nostro guerriero bianconero, quello che attualmente un po’ ci manca, è indubbiamente Mario Mandzukic.
Non starà attraversando sicuramente un bel momento: poco decisivo, poco incisivo, poco collaborativo, lento, un po’ impacciato. Seppure quell’assist al gol di Kean, contro l’Empoli, può far ben sperare in una sua importante e, si spera, veloce ripresa.

Nella storia recente della Juve, Mario si è fatto completamente amare dai tifosi, per il suo carisma, per il suo rappresentare a pieno lo stile Juve, il suo non risparmiarsi, non arrendersi mai per onorare questi colori.
Uno, che dopo il gol, si è letteralmente buttato addosso ai suoi tifosi e quell’immagine è il simbolo del rapporto speciale che si è creato.


Un giocatore che abbiamo considerato onnipotente, onnipresente, proprio perché la sua più bella ed importante caratteristica è quella di esserci, a tutto campo, di sacrificarsi per i compagni e per la squadra.

Non aveva mai trascorso così tanto tempo nella stessa società, anzi, i tanti litigi con gli allenatori del passato – a Madrid con Simeone, a Monaco di Baviera con Guardiola – non facevano presagire nulla di buono, nemmeno a Torino.

Invece l’amore sbocciato tra Massimiliano Allegri ed il croato è sotto gli occhi di tutti, Mario è infatti una pedina fondamentale per il gioco del mister, da quest’ultimo acclamato e sostenuto.
L’intuizione due stagioni fa di allontanarlo dalla porta, inserirlo come esterno sinistro, ha decisamente portato i suoi frutti.
Perché, di lui ricordiamo gol straordinari, gol decisivi, come quelli che nella prima parte della stagione ci hanno permesso di vincere tanti match, ma ricordiamo anche innumerevoli assist ai suoi compagni, che si trattasse di Gonzalo Higuain un tempo, o Cristiano Ronaldo oggi, ed i suoi sacrifici in difesa che spesso, hanno portato in salvo risultati in bilico.

Un calciatore che tutti vorrebbero in squadra, un carattere forte, rassicurante, decisivo, un grande esempio, un leader silenzioso e noi juventini abbiamo pensato, non poche volte, che avere undici Mario Mandzukic in campo sarebbe stata una grande benedizione.

Spinti da questi ricordi, recenti e non, non ci resta che sperare in una sua totale ripresa ed accogliere, con entusiasmo, questo suo rinnovo.
Senza discutere sull’eta, sul fattore economico.
Giocatori come lui, si amano e basta, difficilmente si possono contestare, anche perché, diciamoci la verità, mettersi contro Mandzukic non è proprio una scelta intelligente…

O, per meglio dire, sarebbe una scelta decisamente #Nogood.

Cinzia Perruccio



Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...