J-Women

JUWOMENSTADIUM

Oggi, domenica 24 marzo 2019, il calcio femminile ha compiuto un passo fondamentale in direzione di un upgrade davvero elevatissimo.

La cornice del favoloso ed ormai glorioso Allianz Stadium, casa della Juventus F.C., ha visto per la prima volta un incontro ufficiale del campionato italiano di calcio femminile. E che incontro !

Non solo la partita metteva di fronte la prima e la seconda in classifica, ma la Juve, vero e proprio ‘miracolo’ dell’ultima stagione, vittoriosa alla sua prima apparizione in campionato, ospitava la squadra che probabilmente più di ogni altra ha invece rappresentato il movimento calcistico femminile nel nostro Paese.

Lo Stadium era pieno in ogni ordine di posti. Vero che l’ingresso era da prenotare ma gratuito, ma in passato neanche pagandoli si sarebbe raggiunto il numero di 40.000 spettatori.

La cronaca racconta di una partita abbastanza contratta per entrambe le squadre, probabilmente folgorate da un’attenzione così importante.

Più Juve che Viola per quasi 70’ minuti, con, tra le diverse occasioni, ben due traverse colpite di testa dalla Cristiana Girelli che per tutto l’incontro ha fatto valere il suo fisico, la sua intelligenza e l’imprescindibile senso tattico soprattutto nella capacità di tener palla … si chiama Cristiana come CR7 ma ricorda molto di più Mario Mandzukic, anche per lo spirito di sacrificio.

Ma proprio poco prima del ‘70 la fortissima quanto elegante centrale bianconera Cecilia Salvai si infortuna da sola provocandosi una distorsione al ginocchio. Esce in barella, speriamo non sia così grave come apparso nei primi replay, i mondiali di calcio sono vicini e la sua presenza è importantissima.

Accusa il colpo la Juve anche se il Capitano Sara Gama moltiplica le sue forze e la sua determinazione.

Ma la Viola tenta il tutto per tutto ed è la sua volta nel colpire una traversa con la straordinaria Alia Guagni capitano della squadra ospite.

Il tempo rimasto però è ormai poco ed il forte bomber viola, ancora ventenne, Ilaria Mauro proprio non ne ha più.

E così la partita scivola verso uno 0 a 0 che sembrerebbe favorire soprattutto la Juve, forte di un calendario più abbordabile, ma il destino ci mette lo zampino e su una leggerezza difensiva della retroguardia viola, si inserisce la Pedersen che di testa sblocca il risultato1 a 0.

La partita si esaurisce all’interno di uno Stadium festante.

Ma ripetiamo, oggi la festa è stata soprattutto del movimento calcistico femminile, l’Italia sta crescendo in fretta e speriamo possa dimostrare a breve quanto sia cresciuto.

Bravissime tutte le ragazze in campo, il contorno ha certamente contribuito a rendere il match storico ed indimenticabile!

di Paolo Carraro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...