Voli Pindarici

Riflettori puntati sulle donne di casa!

Non ho mai amato le differenze di genere.
Il rosa a me, l’azzurro a te.
Anche perché a me l’azzurro piace, più del rosa, non credo che questo possa mettere in discussione la mia femminilità.
Seguo con grande amore ed attenzione il calcio, una passione che spesso è stata messa in discussione da un’infinità di luoghi comuni, da scarsa considerazione, dalla convinzione di dover spiegare il fuorigioco, alle donne, paragonando il pallone ad una borsetta.
Esprimere la mia idea, il mio concetto senza che fosse etichettato non è stato per niente facile.
Perché, funziona così, la borsetta a me, la macchinina a te.
Ed anche quando sembra che il vento stia per cambiare, quando le giornaliste sportive aumentano, quando sono sempre di più i ruoli dirigenziali affidati alle donne e gli stadi pieni di tifose sugli spalti, arriva un Collovati qualunque che tenta di fermare il nostro entusiasmo, un Dotto che non ci trova abbastanza sensuali, erotiche, perché il pensiero di fare sesso con una donna che parla di tattica a lui fa ribrezzo.
Ecco, forse c’è ancora del lavoro da fare.
Che poi, quando ti senti dire che sei femmina e quindi, non capisci nulla di calcio, hai voglia di ribadire come non sia cosi. E quindi agguerrite e determinate, con emotività e passione, esasperiamo ancora di più il nostro amore per questo sport.

Ma, oltre il tifo c’è di più…
C’è il calcio femminile, che fatica a prendersi la scena, che ha sicuramente poca visibilità rispetto a quella che meriterebbe, carriere invisibili e poche risorse. E’ stato definito “Un campo sommerso”, composto da ragazze che tra mille pregiudizi e difficoltà hanno fatto di questo sport la loro passione, anzi, la loro vita.

Mi piace l’azzurro, ma ancora di più, il bianco ed il nero, colori indossati dalla nostra Vecchia SIGNORA e chissà che non sia proprio lei ad illuminare, per un giorno, non solo le Juventus Women, ma tutto il mondo del calcio femminile.
Lottare, crederci, vincere è nel DNA di questa grande famiglia che è la Juventus.
E ricordo ancora l’immensa emozione provata l’anno scorso, quando dopo una stagione incredibile e dopo lo spareggio contro il Brescia le ragazze bianconere vinsero il primo storico scudetto, al primo tentativo!
Ed oggi, trascinate da una superlativa Barbara Bonansea, le Campionesse d’Italia sono prime in classifica: un solo punto però le separa dalle Viola.
Un Big Match quindi, quello tra le due formazioni, uno scontro cruciale per la lotta scudetto, che si svolgerà il 24 Marzo all’Allianz Stadium.
Si, proprio a casa nostra, dove poco più che una settimana fa abbiamo vissuto un’emozione indimenticabile con i maschietti.
Per l’occasione l’ingresso sarà gratuito, una giornata di festa, un momento speciale per il calcio femminile, per il calcio in generale, riflettori puntati sulle ragazze, e uomini e donne a fare il tifo, indistintamente.
Luci che non dovranno spegnersi, perché se con grande disperazione, dolore e delusione gli Azzurri hanno salutato i Mondiali 2018, di cui l’estate scorsa siamo stati semplici spettatori, le Azzurre, invece, rappresenteranno l’Italia quest’estate ed avranno bisogno di tutto il nostro sostegno e di tutto il nostro entusiasmo.

Non mi resta che augurare buona fortuna alle ragazze bianconere.
Ma, anche a chi, con immensa dedizione, tiene a questo sport, più di quanto riesca a descrivere.
Non mollate amiche e canticchiate, come me, la sigla di Holly e Benji “Nel loro cuore batte un pallone, hanno la forza dell’umiltà e tanta volontà.”

Di Cinzia Perruccio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...