News

Marella Agnelli – Signora del XX secolo

Fotografa, redattrice e disegnatrice.

Era Marella Agnelli, vedova dell’Avvocato Gianni Agnelli.

Aveva 92 anni. Malata da tempo, negli ultimi giorni le sue condizioni di salute si erano aggravate.Si è spenta a Torino, i funerali si svolgeranno in forma privata a Villar Perosa.

Figlia di Filippo Caracciolo Principe di Castagneto e di Margharet Clarke, Marella Caracciolo nasceva a Firenze il 4 maggio 1927. Si diploma in Svizzera, per poi proseguire gli studi in Francia al “l’Académie des Beaux-Arts” e quindi “l’Académie Julian” di Parigi. Ha iniziato in seguito la sua attività di fotografa a New York quale assistente di Erwin Blumenfeld.

Nel 1953 a Strasburgo ha sposato Giovanni Agnelli da cui avrà due figli : Edoardo e Margherita.

Redattrice e fotografa per la Condé Nast in Italia. Nel 1973, su richiesta della fabbrica di tessuti Svizzera Abraham Zumsteg, ha realizzato una serie di disegni per tessuti d’arredamento. Ad essa sono seguite le collezioni in Italia per la ditta Ratti di Como, in Francia per gli stabilimenti Steiner, negli Stati Uniti per la Martex e numerose collezioni per la Marshall Field’s. Nel 1977 ha ottenuto negli Stati Uniti l’Oscar del disegno con il premio “Product Design Award of the Resources Council Inc.”.

Ha pubblicato nel 1987 il best-seller “Giardini Italiani” per la Weidenfeld e Nicholson, più tardi, nel 1995, “Il Giardino di Ninfa”, altro vero capolavoro. Tre anni dopo nel 1998 pubblicò ”Giardino Segreto” . Dopo un periodo di relax si presentò nel 2007 pubblicando ”Ninfa ieri e oggi”. Nel 2014 e nel 2015 chiuse con le sue due ultime opere “Ho coltivato il mio giardino” e “La Signora Gocà”.

Tra i vari incarichi ricoperti, fu Presidente Onorario della Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli. E’ stata membro dell’International Board of Trustees del Salk Institute di San Diego (California) e dell’International Council of the Museum of Modern Art di New York.

Vicepresidente del Consiglio di Palazzo Grassi a Venezia, nonché presidente de “I 200 del FAI” di Milano e dell’Associazione degli Amici Torinesi dell’Arte Contemporanea di Torino. E’ stata vicepresidente della Commissione Nazionale dei Collegi del Mondo Unito. Nell’ottobre 2000 è stata insignita del titolo di “Grande Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana”.

Amava visceralmente l’arte, commissionò un ritratto direttamente ad Andy Warhol.

La sua eleganza nel vestire, invece, l’ha portata a comparire nella Hall Of Fame delle rivista Vanity Fair, insieme con il marito Gianni Agnelli e al nipote Lapo Elkann.

Grandi collezionisti d’arte, Gianni e Marella Agnelli hanno posseduto opere di CanalettoBellottoCanovaManetRenoir, PicassoMatisseSeverini e Modigliani. Gran parte di questa collezione privata è stata donata alla “Fondazione Giovanni e Marella Agnelli” ed è ora esposta nella Pinacoteca del Lingotto dal settembre 2002, pochi mesi prima della morte di Gianni Agnelli. La Pinacoteca è una delle principali raccolte italiane di arte moderna e classica ed è oggi uno dei più importanti centri culturali della città. È ospitata all’interno di una speciale struttura, detta Lo Scrigno, progettata da Renzo Piano sul tetto dell’edificio del Lingotto, storica sede della FIAT.

Arrivederci Donna Marella, ci saluti tanto l’Avvocato!!!

di Alessio Nevini 

Fonti: notizie e accenni storici dal web 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...