Nero Su BIanco

L’idiozia delle crociate interne

Alcune cose mi fanno veramente incazzare.
“Lo vedi che avevamo ragione noi a dire che Allegri è un somaro, inadeguato, sopravvalutato? E voi che lo difendete sempre. Pure adesso”

Ma voi chi? Noi chi?
Ma perché queste crociate patetiche contro un allenatore piuttosto che un altro? Un giocatore piuttosto che un altro?
Dovrebbe esistere solo un NOI.
Solo uno.
Tutti insieme dalla stessa parte. A tifare, amare, sostenere, supportare.
Poi a fine anno la Società, la Proprietà (loro, non noi, voi e nemmeno io) tireranno le somme e cambieranno allenatore e giocatori se saranno da cambiare.

Ma cosa è questa pugnetta continua, incessante, stucchevole, disonesta contro uno che ci sta rappresentando e sta lavorando per noi?
Il bene supremo è la Juventus e non le scorregge mentali dei suoi tifosi, non le lamentele a priori solo perché una cosa non incontra i propri gusti.
Si può analizzare, si può criticare costruttivamente, si deve migliorare e fare di più. Tutti abbiamo gli occhi e lo scempio del secondo tempo del Wanda Metropolitano è inaccettabile. Questo è indubbio e fuori discussione. Ma sfracassare pesantemente i coglioni a ogni passo falso o mezzo passo falso si pensa veramente che possa aiutare l’ambiente e che sia atteggiamento intelligente?

Io ho sostenuto Ferrara, Del Neri e persino Zaccheroni, ho sostenuto e adorato Conte, sostengo e stimo Allegri e se venisse Topo Gigio sulla nostra panchina, pur storcendo il naso come fatto inizialmente con Max per poi ricredermi, sosterrei pure lui.

Perché amo la Juve.
A prescindere dal risultato.
E delle crociate a me non interessa, non interessa avere ragione o torto.
Sono appassionato di calcio ma non ho la presunzione di capire reiteratamente più di Agnelli, Nedved, Paratici e Marotta.
Se LORO scelgono e confermano negli anni, io mi fido. E tifo.
Se loto decidono di cambiare, io mi fido. E tifo.
Poi siccome non sono infallibili a fine anno mi riservo il diritto di giudicare, o se falliamo degli obiettivi posso provare nel frattempo a comprendere le problematiche o i limiti che abbiamo.
Ma senza astio, aggressività, derisione.
Per quello ci sarebbero già gli anti juventini, non gli serve di certo una mano dall’interno.

Di Lorenzo Nicoletti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...