Visti da Fuori

Visti da fuori

Tornare a scrivere di Juve, dopo ieri sera, non è affatto semplice. Avrei voluto, sinceramente, riprendere la rubrica con un sentimento diverso, potendo affermare che la Juve è in piena forma.
Non posso, sarebbe difficile dire il contrario. Non sarebbe sincero.
La Juve ha un’influenza stagionale. E’ chiaro e il gol di Godin ha portato la febbre alta e anche qualche malumore di troppo. Come ho letto in passato, commenti trionfali, discussioni da tifosi, a mio avviso, poco attinenti alla realtà, in cui si descriveva la Juve come prossima a vincere tutto (era solo poco più di un mese fa), ora vedo reazioni spropositate riguardo a una brutta sconfitta. Dalle stelle alle stalle, ci si mette poco, soprattutto nel calcio, ma è la testa che deve essere sempre funzionante.
Guardiamo i fatti: la Juve ha un’influenza di stagione, è palese.
Esce dalla Coppa Italia e l’ambiente è in subbuglio.
Pareggia in campionato e i tifosi sono amareggiati.
Perde con la seconda squadra di Madrid (a mio avviso, ora, più ostica rispetto ai cugini più famosi) e i sostenitori bianconeri sono sulle barricate.
L’ultimo colpo è il più forte, logicamente, perché arrivato dopo una partita giocata senza carattere, senza il motto “Fino alla fine” e anche senza quella qualità che contraddistingue la Vecchia Signora.
Ma un’influenza all’anno ci può stare, una sconfitta contro la banda dei cholisti, può essere capita quando hai di fronte lo spettro febbricitante della Juve.
Secondo voi quella era la vera Juve?
Secondo voi Ronaldo gioca in quel modo, Allegri fa quelle scelte e soprattutto l’intera squadra finisce la partita guardandosi e girovagando per il campo senza capire dove realmente fosse e cosa fosse successo? La Juve ha dimostrato, anche in Europa, che non si fa mettere i piedi in testa da nessuno. E ve lo scrive uno che juventino non è.
Bisogna dare il tempo a un corpo di ristabilirsi. La cura deve essere logicamente somministrata celermente ma c’è il tempo per riprendersi e capovolgere il risultato. Il destino sarebbe già scritto per una squadra mediocre. Per la Juve, non è mai scritto e in passato ha dimostrato che riesce a compiere ciò che vuole se è in piena forma.
Ieri aveva 39 di febbre e la nausea. Poi, dopo il gol di Godin, sono stati i tifosi a dover prendere un antiemetico per non vomitare. Capisco il motivo, ma nulla è perduto.
Oltre alla squadra, se non ci credete voi, chi altro può farlo?

Di Tommaso Taddei

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...