I tre ruggiti del Leone

I 3 Ruggiti del Leone – Risponde Franco Leonetti

Posto che c’è una gara di ritorno in cui venderemo cara la pelle e che quelli che abbiamo dovrebbero essere comunque sufficienti per offrire uno spettacolo migliore, chi secondo te dei centrocampisti che abbiamo in rosa avrebbe giocato al posto di Pirlo, Marchisio, Pogba e Vidal, i titolari della Juve 2015?
Per me caro Franco uno dei problemi più grandi che ha questa squadra è quello, il nostro peccato originale. Perchè ho tante volte sentito dire che sulla carta questa è la Juve più forte di tutte, ma secondo me con un centrocampo del genere ci facciamo dei film che non esistono.
Che ne pensi?

Che il centrocampo sia il reparto nodale di una squadra è risaputo, come il fatto che qualcosa in più in estate si poteva e si doveva fare. Certo, la prestazione assolutamente negativa della linea mediana di ieri, a Madrid, ripropone il problema ma non mi pare che il resto della squadra abbia fatto meglio, anzi. La Juve contro l’Atletico ha disputato un secondo tempo, brutto, molle, senza ritmo e fisicità, cadendo nella trappola del Cholo, ovviamente tutti sul banco degli imputati a cominciare dal Mister fino all’ultimo giocatore. La Juve ha uomini di valore a centrocampo, Pjanic, Khedira, Matuidi sono giocatori internazionali con titoli e voluti da tutti, Bentancur l’astro nascente, Emre Can, sfortunato nel suo problema fisico, l’anno scorso era pressato da tutti i grandi club per trasferirsi. Ogni tempo ha i suoi interpreti, ma non mi pare di poter dire che la linea mediana della Juve di oggi sia così scarsa, certo andava implementata di una pedina, e lo dico dall’estate passata. E credo che, a prescindere dai risultati ottenuti, la Società debba intervenire sul reparto nella prossima estate.

***

Partita che ridimensiona la Juventus quella vista ieri sera?

Partitaccia quella di Madrid. La Juve ha messo in campo un discreto primo tempo, dove ai punti, aveva fatto qualcosa di meglio degli avversari, poi nella seconda frazione il crollo verticale sotto tutti i punti di vista, Tutti i contrasti persi, zero fisicità e cattiveria, incapacità di palleggiare, prove negative di ogni singolo, io salvo Szczesny e Chiellini e Ronaldo per l’impegno, gli altri sono gravemente insufficienti. Mai pericolosa, tutti i duelli individuali persi, nell’uno contro uno la Juve non è mai riuscita a fare la differenza, ha tirato una volta in porta con Bernardeschi quando era già sotto nel risultato, senza mai riuscire a contenere e ripartire, senza verticalizzare. Una serata nerissima, pessima, ma i match di Champions League durano 180 minuti, c’è ancora il ritorno da giocarsi.

***

Usciamo dalla stretta attualità e parliamo d’altro.
Come è cambiato il modo di essere giornalista, specialmente se accostabile ad una squadra in particolare?

Il mestiere del giornalista è cambiato totalmente. Aborro i tuttologi, ma oggi chi fa il nostro mestiere si deve confrontare su tante cose: dal taglio diverso di un pezzo a seconda della carta stampata, del web o di un blog, piuttosto che saper fare una diretta tv, radio, saper usare una fotocamera o produrre ed editare un video. Se poi un giornalista va in video spesso, ci sono tanti altri aspetti tecnici e professionali da conoscere e mettere in pratica, il nostro mestiere si è ampliato moltissimo, di pari passo con i tempi che cambiano repentinamente.

***

Di Franco Leonetti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...