#Accadde Oggi, Senza categoria

31 ottobre 2015: chi l’avrebbe mai detto?

Stagione 2015/2016: la Juventus di Allegri si trova ad avere il più pessimo degli inizi in campionato: dopo due giornate è ancora a quota zero, frutto dei ko con Udinese e Roma, vince solo una volta nei primi sei turni e ne perde quattro nei primi dieci turni, in cui figurano anche i pareggi casalinghi col Chievo e persino con l’esordiente Frosinone ed altri due ko, in casa di Napoli e Sassuolo. Dopo 10 giornate la Juve è undicesima con 12 punti, a -11 dalla vetta occupata dalla Roma. Le cose vanno meglio in Champions, dove da vice campione ha sconfitto Manchester City e Siviglia. Ed Halloween si sa, è giornata da Dolcetto o scherzetto. E quel giorno di quel 2015, Halloween cade in sabato, serata ideale per una festa con i fiocchi, C’è il derby come antipasto alla giornata 11, contro quei granata tra le tante squadre che ci precedono in classifica, con tre punti in più. Ormai le ambizioni bianconere sembrano essersi ridimensionate: è già tanto il terzo posto, o forse anche solo qualificarsi per l’Europa League: inizi così difficoltosi non si erano visti neppure sotto Maifredi, Ferrara e Zaccheroni: un po’ per gli addii in massa di Tevez, Pirlo, Vidal , un po’ perchè Mandzukic, Khedira e Lemina non paiono la stessa cosa, col solo Dybala a tenere in piedi la baracca. Quel giorno non sembra diverso dagli altri; Pogba porta in vantaggio i bianconeri, ma Bovo ad inizio ripresa cogli il pari granata. Finita? Macchè, come l’anno prima la partita si risolve a nostro favore al 93′, a pochi secondi dal fischio finale: è Cuadrado a spingere in rete di natica l’assist di Alex Sandro. Dolcetto scherzetto ai granata allo scadere, come l’anno prima con Pirlo, e per la seconda volta il 31 ottobre, dopo la zampata di Pogba al Bologna nel 2012.

Quella vittoria però non è una vittoria qualsiasi: il dolcetto scherzetto la Juve non lo fa solo ai cugini, ma a tutto il campionato: perchè da lì in poi la Juve non farà altro che vincere, mettendone insieme 15 di fila, culminate dal successo sul Napoli del 13 febbraio 2016 che vale il sorpasso al primo posto per quello che sarà l’inizio della fuga verso il quinto scudetto consecutivo. Un titolo che arriverà addirittura il 25 aprile, a tre turni dal termine, una cosa sicuramente impensabile prima del gol di Cuadrado. Da allora tutte le squadre che incappano in una falsa partenza, possono prendere a modello questo cammino. Altro dolcetto scherzetto ben riuscito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...