Compleanni da Ricordare

Compleanni da ricordare: Jugovic,Sousa, Pepe

Oltre a Nedved, altri tre ricordiamo oggi. Il primo sicuramente è l’uomo dell’ultimo rigore di Roma 1996: Vladimir #Jugovic, classe 1969, serbo, fu campione d’Europa con la Stella Rossa nel 1991 e vincitore dell’Intercontinentale, passa poi alla Sampdoria nel 1992, restando per tre stagioni e vincendo una Coppa Italia. Alla Juve arriva nell’estate 1995 pagato 8 miliardi e resta due stagioni, con 8 gol in 56 presenze, ma soprattutto calciando l’ultimo rigore che da la Champions alla Juve. Con i bianconeri vince anche supercoppa Italiana, scudetto, Intercontinentale e Supercoppa Europea, poi nel 1997 passa alla Lazio, dove resta una stagione vincendo la Coppa Italia. Passa poi al’Atletico Madrid, quindi due stagioni all’Inter, dove ritrova Lippi la prima stagione, poi nel 2001 passa al Monaco, e quindi nelle serie minori austriache, fino al 2005. Ora fa l’opinionista nelle Tv serbe ed il procuratore.

download (4)

Paulo #Sousa, centrale portoghese, classe 1970, di Viseu, dopo aver giocato nella capitale con Benfica e Sporting Lisbona arriva alla Juve nel 1994, pagato 10 miliardi: Eccezionale prima stagione, vincendo scudetto e Coppa italia (segna anche il gol del pari nel big match d’andata a Parma), andò meno bene nella seconda in cui fu comunque campione d’Europa, oltre che della Supercoppa Italiana. In estate passa al Borussia Dortmund, dove vince la sua seconda Champions di fila proprio contro la Juve, oltre alla Coppa Intercontinentale. Torna poi in Italia, giocando dapprima nell’Inter e poi nel Parma, ma non arriverà più ai livelli della prima stagione juventina. Va poi in grecia al Panathinaikos ed in Spagna all’Espanyol, chiudendo nell’estate 2003. Diventato allenatore, è stato vice della nazionale portoghese, poi ha girato tra Inghilterra, Ungheria, Israele e Svizzera, fino alla Fiorentina, che allena per un biennio dal 2015 al 2017, diventando addirittura un candidato alla panchina bianconera. Dall’estate 2017 è in Cina.

Image1-750x450

Simone #Pepe è stato il numero 7 della rinascita bianconera: nato ad Albano Laziale nel 1983, alla Juve arriva nell’estate 2010 dopo diversa esperienza in serie A, soprattutto con Roma, Cagliari ed Udinese. Umile soldatino di centrocampo, Pepe è protagonista soprattutto nelle prime due stagioni, quella con Delneri e la prima di Conte, contribuendo non poco alla conquista dello scudetto. Coinvolto nel caso Calcioscommesse e poi assolto, vince la Supercoppa italiana, poi una serie incredibile di infortuni faranno vivere un ruolo marginale nelle successive stagioni, vincendo però altri tre scudetti. Gioca solo una partita nel 2012/13 e due la stagione successiva, poi fa capolino nella prima stagione di Allegri, collezionando 12 presenze e ritrovando dopo 4 anni il gol, calciando il rigore contro il Napoli alla penultima. Scaduto il contratto con la Juve, passa al Chievo dove gioca una stagione a buoni livelli, poi al Pescara, dove dopo poche presenze annuncia il ritiro nel 2017, diventando team manager degli abruzzesi. Disputa la Confederation’s Cup 2009 ed il mondiale 2010 con la Nazionale in Sudafrica, giocando tutti e tre gli incontri.

download (5)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...